Verbale Assemblea Assise Lombardia del 12 Marzo 2018

ASSISE CICLISTICA LOMBARDA

VERBALE DELL’INCONTRO DEL 12 MARZO 2018.

Presenti (EPS/FCI):

ACSI     Sig. VOLPI

CSAIN   Sigg.  DE VECCHI, MANTOVANI

CSI         Assente giustificato

FCI         Sigg. ALBERTI, CRISAFULLI, LONDONI, PIAZZAI, VIDALI, ZINI

UISP      Assente giustificato

ORDINE DEL GIORNO

  1. Relazione del Consigliere Federale FCI Crisafulli
  2. Condivisione Calendari
  3. Definizione Lombardi Assoluti Strada e MTB
  4. Situazione Movimento amatoriale Lombardo
  5. Programmazione convegno “Ciclismo-Quali Regole?” da organizzare entro fine Marzo

 

1)  Il Consigliere Nazionale Crisafulli ha brevemente chiarito come è nata la bike card legata alle vicissitudini che hanno portato in tempi lunghi alla firma delle convenzioni e non invece, come da diverse fonti riportato, per “far cassa” e per ripianare la situazione economica FCI.

A tal proposito, Crisafulli ha fornito un’esauriente spiegazione sulla situazione del bilancio FCI che derivano da un’analisi di dettaglio del VP Gamba sui bilanci pubblici e disponibili della FCI a partire dal 2012 ed ha fornito informazioni su come si è arrivati al disavanzo recentemente reso noto in ambito pubblico. I fattori sono molteplici, ma riconducibili essenzialmente a:

  1.  La certificazione bilanci secondo le regole stringenti della Pubblica Amministrazione dopo che ISTAT ha sancito l’appartenenza da parte di FCI
  2. – L’azzeramento di crediti pregressi (prima del 2005) presenti nel fondo di dotazione della FCI, e non più esigibili
  3. Calo sponsorizzazioni e gare di maggior peso (che hanno avuto impatti negativi rispetto ai bilanci previsionali)
  4. – Costi strutturali aumentati per la necessità di regolarizzare con assunzione di personale con contratto di attività sportiva e perdita di una causa del passato con un ente assicuratore
  5. Mancati accantonamenti (ad esempio ferie non godute)
  6. – Svalutazione magazzino ed abbigliamento (materiale da sponsorizzazione per regola deve essere azzerato a fine anno).

Essendo FCI ente pubblico, non è più possibile fornire un servizio (Tessera) sotto costo, ed inoltre il CONI ha chiesto ripianamento nel quadriennio 2017-2020 per cui gli effetti sono l’aumento del costo delle tessere per alcune categorie, la comparsa di un costo anche per la dirigenza ed un taglio dei contributi a ciascun Comitato Regionale.

Indipendentemente da questo, gli introiti derivanti dalla Bike Card saranno reinvestiti per il supporto al ciclismo giovanile sulle attività mirate all’incremento della sicurezza delle gare ed alla gestione del DataBase unico che sarà poi disponibile ad Enti, Organizzatori e società gestori di chip (SDAM, TDS, …) per le verifica di ammissibilità degli atleti alle gare (“Giustizia Unica”).

De Vecchi ha comunque tenuto a sottolineare che i tempi ed i modi con cui è stato comunicato sono stati a suo parere sbagliati, creando confusione alle società in periodo di affiliazioni e generando spostamenti di società tra gli Enti.

Freni a disco: è stata confermata l’applicazione delle norme UCI, ma all’interno dell’ASSISE si è convenuti di inviare richiesta al Settore Amatoriale di studiare una revisione, contattando anche UCI, per renderne disponibile dal 2019 l’uso anche nelle gare in circuito, essendo una tecnologia oramai in linea di produzione standard da parte dei costruttori.

A seguito di questa richiesta il settore amatoriale FCI si impegnerà a verificare con UCI e qualora la risposta fosse negativa se ne riparlerà con tutti gli Enti e decidere i passi successivi da intraprendere.

E’ stata ribadita l’autonomia dell’Assise Lombarda comunque nel rispetto delle Convenzioni firmate.

Altre attività in corso da parte del Settore Amatoriale Nazionale:

  1. Incontro previsto il 22 Marzo a Bologna con gli Enti per parlare delle problematiche di giustizia e sicurezza.
  2. Il Prefetto Sgalla, Direttore Centrale delle Specialità della Polizia di Stato, congiuntamente al Settore Amatoriale FCI e con il Ministero ha prodotto un documento che si tradurrà in una circolare ministeriale che verrà inviata a tutti i Prefetti e contenente requisiti minimi da rispettare nell’organizzazione di gare, per le diverse tipologie.
  3. Si sta lavorando per poter arrivare all’ufficio unico per approvazioni gare.
  4. Per superare la situazione che si sta prospettando in diversi organizzatori di GF che chiedono la registrazione a pagamento del certificato medico su opportuno portale, si sta cercando di riportare la presenza delle date di scadenza sia sul portale FCI (Fattore-K) sia sul DataBase unico
  5. A proposito di GF è iniziata un’analisi del fenomeno per una possibile riforma del formato

2) I rispettivi calendari erano stati già resi noti all’interno dell’ASSISE prima dell’incontro, per cui si è soprasseduto al punto all’ODG e si è passati al successivo punto.

3) Si è convenuto quanto segue:

STRADA

  • 5 Maggio – Broni (PV) (CSAIN)
  • 13 Maggio – Stezzano (BG) (ACSI)
  • 20 Maggio – Parabiago (MI) (FCI, ultima gara)

Si chiederà pertanto a CSI di proporre una data prima del 5 Maggio

MTB

  1. 10 Giugno – S. Colombano al Lambro (Colli Banini) (CSAIN)

FCI/ACSI/CSI dovranno proporre date.

4) Il punto non è stato discusso puntualmente ma è comunque stato trattato nelle varie discussioni per gli altri punti all’ODG e verbalizzate.

5) FCI sta organizzando per il 29 Marzo, h20:30, un evento per parlare di sicurezza nelle gare, riprendendo ed aggiornando quanto presentato alle società/organizzatori in passato, rivolto in particolar modo a Società, Organizzatori ed Atleti, tesserati per FCI/EPS, che si auspica intervengano in buon numero, essendo questa una delle poche occasioni nelle quali viene loro chiesto un parere, e nelle quali vengono informati riguardo le normative in essere.

E’ stata ipotizzata la presenza del Comandante della Polizia Stradale della Lombardia, Dott. Campisi.

Dopo una lunga discussione in merito e con le indicazioni fornite dal Consigliere Regionale Zini, si è convenuto di seguire un percorso a più tappe, di cui solamente l’ultima, verso fine anno, nell’ottica del 2019, con la presenza del Comandante e di altre figure importanti sul fronte sicurezza quali Direttori di Corsa e Giudici di gara, salvo che le adesioni a questo incontro non pervengano in numero adeguato a giustificare da subito la presenza delle massime autorità, compilando preferibilmente l’apposito modulo pubblicato su http://www.amatorilombardia.it/adesione-convegno-29-marzo-2018-Milano/, senza che ciò comporti obbligo a partecipare, o esclusione in caso di mancato invio.

Per il 29 occorrerà invitare comunque Organizzatori e Presidenti di società, attivando

  • Dovrà essere fatto quanto più proselitismo (sia in FCI che presso gli ENTI)
  • Dovranno essere aggiornate e completate le slide che serviranno per l’incontro
  • Dovrà essere presente comunque un Giudice di Gara ed un Direttore di Corsa rappresentativi
  • Successivamente si proporrà un piano di formazione congiunto FCI-ENTI (si vedano le problematiche della sempre più frequente richiesta di ASA in numero superiore all’offerta) al fine di arrivare all’evento di fine anno dove sarà importante portare “esempi da esecrare” al fine di sensibilizzare pesantemente gli organizzatori ed i Presidenti di Società, responsabili legalmente e penalmente.

Non avendo più altro da discutere, alle ore 24.00 la seduta è stata tolta.

Il Segretario dell’Assemblea: LUIGI VIDALI

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi