Premiazione Comitato Provinciale di Milano – Settore Ciclocross

Meda, 9 Febbraio 2020

Il Comitato Provinciale di Milano della Federciclismo ha scelto la casa del Ciclismo per effettuare le premiazioni degli atleti tesserati per società Milanesi che si sono distinti in campo Nazionale e Regionale per quanto riguarda la specialità del ciclocross.

E’ successo così che presso la sede della Concessionaria System Cars di Ambrogio Romanò in quel di Meda (MB), sono sfilati Campioni e Società che hanno dato lustro al Comitato guidato da Valter Cozzaglio, che insieme a tutti i collaboratori e consiglieri ha reso omaggio ai vari atleti e ospiti, primi fra tutti il Presidente del Comitato Regionale Lombardo Cordiano Dagnoni, al plurititolato di settore Antonio Saronni oltre a numerosi ospiti fra il pubblico, che negli anni hanno fatto grande la Brianza ciclistica.

Il Consigliere Federale Gianantonio Crisafulli, impossibilitato a partecipare, ha fatto pervenire il saluto suo e del Presidente Federale Renato di Rocco.

Presentati da Teresio Mandonico, sono sfilati sul palco i Campioni Provinciali: per la categoria Esordienti 1° anno donne Anna Colombo (Dairaghese), per la categoria Esordienti 1° anno Nicolò Luciani (Busto Garolfo), per la categoria Esordienti 2° anno donne Martina Barbiero (Busto Garolfo), per la categoria Esordienti 2° anno Nicolò D’Alessandro, per la categoria Allievi 1° anno  Alessandro Dante (Bramati), per la categoria Allievi 2° anno  donne Chiara Sacchi (Busto Garolfo), per la categoria Allievi 2° anno  Filippo Passafiume (Bareggese), per la categoria Donne Junior Sofia Arici (Bramati), per la categoria Juniores Alessio Banfi (GB Juonior), per la categoria Master 1° Fascia  Valerio Patanè (Cus Pro Patria), per la categoria Master 2° Fascia Fabrizio Borella (Ridiculus),e per la categoria Master 3° Fascia l’dolo di casa nonché presidente System Cars Pantaleo Marturano (System Cars).

Oltre ai Campioni Provinciali sono stati consegnati dal Comitato di Milano i riconoscimenti ai Campioni Regionali Fabio Bassignana (Bramati) per la categoria Allievi 2° anno e Gabriel Fede (Guerciotti) per la categoria Juniores.

Fiore all’occhiello dell’intero Comitato sono le tre maglie Tricolori conquistate da Lucia Bramati (Bramati) per la categoria Donne Junior, Francesca Baroni (Guerciotti) per la categoria Donne Under e Jakob Dorigoni (Guerciotti) per la categoria Elite.

Come miglior società Milanese, in virtù dei numerosi successi ottenuti, è stata premiata la S.C. Busto Garolfo.

Menzione particolare meritano ovviamente il presidente della società Medese Pantaleo/Leo Marturano e soprattutto Alessandro Dante, prodotto del vivaio giovanile System Cars e atleta dal futuro luminoso tutto da scrivere, orgoglio di patron Ambrogio Romanò e di tutta la società, nata come prettamente amatoriale, ma che negli anni ha saputo coltivare atleti con un futuro promettente davanti a loro.

Al termine delle premiazioni, è stata presentata la compagine che difenderà i colori System Cars nella stagione 2020 composta da una cinquantina di atleti capitanati dallo sponsor Ambrogio Romanò e dal tricolore Michele Mascheroni, che fra le proprie fila annovera anche il Consigliere Federale responsabile del Settore Amatoriale Gianantonio Crisafulli, il responsabile della Commissione Amatoriale Lombarda Gianluca Londoni, e dai componenti della stessa Gianluca Piazzai e Cristian Coladangelo, questi ultimi tre nella doppia veste di dirigenti e atleti.

Ambrogio Romanò ha poi voluto ringraziare gli ospiti con un ricco catering realizzato dalla scuola di cucina di Carate Brianza.

Scarica qui la locandina con i nominativi degli atleti premiati

Usa la Testa-Pedala col Cuore Seregno 29 Gennaio 2020

Successo per il convegno di prevenzione cardiologica e medico sportiva di Seregno


Gremita la sede del Respace Biketeam Seregno, nell’omonima località brianzola, per la serata dedicata alla tutela della salute dei ciclisti con l’intervento dei medici specialisti Cortese e De Grandi.

30 gennaio 2020, Milano – E’ stato un successo il secondo appuntamento del convegno di prevenzione cardiologica e medico sportiva dedicato ai ciclisti, denominato “Usa la testa, pedala col cuore!”. Mercoledì 29 gennaio infatti la sala riunioni del Respace Biketeam Seregno, nell’omonima località della provincia di Monza-Brianza, è stata interamente occupata da numerosi appassionati del pedale, accorsi per l’interessante approfondimento sulla tutela della salute rivolto ai praticanti.

Dopo l’introduzione del presidente del Comitato Provinciale FCI Monza-Brianza, Marino Valtorta, il saluto del vice presidente vicario del Comitato Regionale FCI Lombardia, Fabio Perego, e del presidente della commissione consiliare sport e politiche giovanili del comune di Seregno, Samuele Tagliabue, i relatori, Dott. Bernardo Cortese, primario della Cardiologia della Clinica San Carlo di Paderno Dugnano (Mi), e il Dott. Michele De Grandi, medico sportivo dello staff del team UAE Emirates, del team Bepink e della Pallacanestro Varese, hanno ribadito l’importanza della visita medico sportiva per il rilascio dell’idoneità agonistica, consigliandola a tutti gli appassionati praticanti, anche qualora questi ultimi non partecipino a gare.

La visita medico sportiva per l’idoneità agonistica infatti è uno strumento di successo come primo screening e, se associata ad ulteriori approfondimenti come l’ecocardiografia, consigliabile a tutti i ciclisti almeno una volta nella vita, permette di individuare precocemente eventuali patologie cardiache. Preferibile, per tutti i pedalatori, eseguire il test da sforzo massimale al cicloergometro, e non con lo step test.

E’ stata quindi sottolineata anche la necessità di porre attenzione alla propria salute nel tempo, senza considerare come “pratiche archiviate” gli ulteriori accertamenti richiesti a seguito di qualche anomalia riscontrata nella sede della visita medico sportiva, tornando ad eseguire periodicamente dei controlli sotto la guida di uno specialista.

A fine serata è stata portata anche la testimonianza di L.S. che, dopo anni di idoneità per l’attività agonistica ricavata con step test, eseguendo un elettrocardiogramma da sforzo al cicloergometro è stata indirizzata verso ulteriori approfondimenti, in primis l’ecocardiogramma, che hanno poi svelato una patologica cardiaca rilevante, risolta prima con una terapia farmacologica e successivamente con un impianto permanente a salvaguardia della sua salute e della sua stessa vita.

Il prossimo appuntamento con il convegno “Usa la testa, pedala col cuore” sarà martedì 17 marzo, a Fornovo San Giovanni (BG).

A.Capelli

Rivedi su YouTube la serata di Seregno

 

Presentazione Calendario Federciclismo Amatoriale Lombardia stagione 2020

Calendario Amatoriale Federciclismo Lombardia 2020

Milano, 28 Gennaio 2020

Come di consueto, Gennaio è il mese nel quale si stabilisce il calendario delle manifestazioni ciclistiche del settore amatoriale, e Federciclismo Lombardia getta le basi della nuova annata.

Come spesso accade, anche per la nuova stagione agonistica, la Struttura Amatoriale Lombarda della Federciclismo arriva a fine Gennaio all’appuntamento con i propri organizzatori, nel tentativo di stilare un calendario che tenendo conto anche delle manifestazioni programmate dagli Enti di Promozione sportiva operanti sul territorio Regionale e delle zone limitrofe, sia il più possibile esente da inutili e dannose sovrapposizioni, creando situazioni nelle quali si abbiamo settimane con troppe gare in programma, a fronte di altre senza possibilità di gareggiare per gli atleti: questa oggi più che mai dovrebbe essere la priorità di dirigenti avveduti, ora che l’entrata in vigore del nuovo Disciplinare delle Scorte Tecniche (ovvero una nuova parte del Codice della Strada)  impone dotazioni di sicurezza più stringenti per le competizioni su strada, con conseguente innalzamento dei costi di organizzazione, introdotto per aumentare il livello di sicurezza degli atleti in gara.

La cosa sicuramente creerà difficoltà economiche a molte realtà organizzative, quindi una seria programmazione delle gare sarebbe l’unica via di sopravvivenza per molti organizzatori, ed invece alla sollecitazione data dai dirigenti Lombardi della FCI ai dirigenti degli EPS operanti in Regione, con mail del giorno 12 Gennaio, dove si chiedeva la disponibilità ad un incontro per la concertazione dei vari calendari, non si è avuta risposta, men che meno l’inoltro dei vari calendari, cosa che ha portato FCI Lombardia a ricercare nel web quanto presente e calendarizzare le proprie manifestazioni, in forte crescita numerica, secondo quanto trovato, arrivando a stilare una programmazione che al momento è ancora provvisoria e che nei prossimi giorni si arricchirà sicuramente.

La cosa spiegherà le probabili e sicure concomitanze, la cui responsabilità non ricadrà sicuramente sui dirigenti Federali, promotori da sempre di un calendario condiviso, ma probabilmente in altri Enti la cosa non rappresenta una priorità: la speranza è che questa noncuranza, unita al lievitare dei costi non sia causa di cancellazione di qualche manifestazione programmata.

Venendo ai programmi Federciclismo, come già accennato, la nuova stagione porterà un significativo aumento delle manifestazione in calendario, con la grande sorpresa dell’effettuazione per il terzo anno consecutivo dei Campionati Italiani Strada, e dei Campionati Italiani della Montagna in Lombardia.

Per quanto riguarda il tricolore riservato agli stradisti, la manifestazione di svolgerà nei giorni di Sabato 13 e Domenica 14 Giugno a Somma Lombardo (VA), a due passi dall’Aeroporto di Milano Malpensa, e sarà organizzato dal vulcanico Cav. Silvio Pezzotta e dalla sua VC Sommese, dalla più che comprovata affidabilità, derivante dalla ultra decennale attività come Direttore di Corsa, oltre che come organizzatore di una classica gara nazionale riservata alla categoria Elite/Under.

La gara, dopo un breve tratto di trasferimento da Somma Lombardo a Vergiate, si svilupperà su di un circuito di circa 18 Km, caratterizzato dall’ascesa verso Villadosia, strappo di circa 2 Km che sicuramente creerà la giusta selezione per un Campionato Italiano, anche in considerazione del fatto che dopo lo scollinamento non ci sarà discesa ma solo falsopiano per tornare all’inizio del circuito.

Terminato il circuito da ripetere più volte a seconda delle categorie in gara, la gara tornerà a Somma Lombardo, ripercorrendo il tratto iniziale, questa volta però con il naso all’insù, per arrivare in via Dei Cipressi dove verranno laureati i nuovi Campioni Italiani.

Per l’occasione, come ormai da tre anni a questa parte, verrà formata una dal Comitato Regionale Lombardo una Rappresentativa che parteciperà alla gara in maglia ufficiale della Regione Lombardia, che verrà composta dai Campioni Regionali in carica e dai Campioni Italiani uscenti, oltre che da una quota di atleti selezionati dalla Struttura Amatoriale sulla base dei risultati delle gare fin li disputate, che avrà il supporto logistico e in gara dei dirigenti regionali.

il Campionato Regionale su strada che assegnerà le maglie ufficiali per la rassegna Tricolore, si svolgerà il giorno 2 Giugno a Corbetta (MI) con la regia organizzativa di Enrico Sangalli e della sua Equipe Corbettese, che metterà sul piatto la decennale esperienza organizzativa, per la prima volta nel settore amatoriale in ambito Federciclismo.

Un mese dopo, il Valgrigna Cycling Team riproporrà il tricolore della montagna, le cui pratiche di assegnazione da parte del Consiglio Federale sono in via di perfezionamento, sull’ormai classico e collaudato tracciato che porterà gli atleti in cima al Passo Crocedomini, dura saltita di 20 Km circa, che non ammetterà sconti e premierà i migliori specialisti Nazionali, grazie al proficuo e sapiente lavoro di Fabio Fabiani e di tutto il suo team.

Altra novità, questa volta per gli specialisti della montagna, sarà l’istituzione del Campionato Regionale della Cronoscalata, voluto da Piero Borrello e dalla Pol. Edolese, che avrá svolgimento il giorno 20 Settembre in quel di Edolo (BS).

Il lievitare della gare programmate, porterà delle novità anche per quanto riguarda le varie prove a punteggio previste.

Iniziando dai camosci, verrà riproposto il TROFEO DELLO SCLATORE FCI che racchiuderà TUTTE le gare in salita programmate in Lombardia, e come di consueto sarà aperto a tutti i partecipanti tesserati per FCI e per gli EPS convenzionati, che vedrà premiati al termine delle 8 prove in programma (ma altre potrebbero presto aggiungersi) i primi 3 classificati delle varie categorie previste, sia essi appartenenti alla Federciclismo che agli EPS: la prima tappa si disputerà a cura di Beppe Cretti da Pisogne a Valpalot (BS) il giorno 1 Maggio, e la chiusura si avrà a San Giovanni Bianco il giorno 29 Agosto.

Dalla nuova stagione, il Trofeo dello Scalatore non sarà più valido nella sua interezza per l’assegnazione delle maglie di Campione Regionale della Montagna: ai fini dell’assegnazione delle maglie bianco-verdi di Campione Lombardo, nel 2020 nascerà un’apposita classifica che verrà stilata tenendo conto dei risultati di cinque delle otto prove del Trofeo dello Scalatore, anche qui le manifestazioni potrebbero presto aumentare, per bilanciare le prove inserite fra le varie province aderenti, così da permettere a più atleti di avere chance di successo senza essere costretti a lunghe trasferte per acquisire punteggi validi. A questo proposito verranno attribuiti i punteggi acquisiti ai soli atleti tesserati per FCI, ai quali sarà riservata la classifica finale che assegnerà la maglia di Campione Regionale, estrapolando i risultati dalla classifiche di giornata tenendo conto solo degli atleti tesserati per società Federciclismo.

Venendo al settore strada, che nel 2020 avrà un significativo incremento di gare organizzate, proprio per questo motivo vedrà raddoppiarsi la Challenge System Cars-Giro di Lombardia: nascerà così il 1° Giro delle Provincie Lombarde che comprenderà le gare della prima parte della stagione, che sarà poi seguito dalla 10° edizione del Giro di Lombardia che abbraccerà le gare del finale di stagione.

Entrambe le Challenge vedranno ridotto il numero degli atleti premiati da cinque a tre, ma le classifiche saranno appunto raddoppiate, aumentando così il montepremi totale in paio: la scelta degli organizzatori è stata determinata da quanto rilevato nelle ultime stagioni, dove troppo spesso alla prova finale, dove vengono distribuiti i gioielli in palio oltre ai premi in natura, molti/troppi dei premiandi non si sono presentati al via, lasciando nei magazzini degli organizzatori i riconoscimenti in palio, fra i quali bracciali, girocolli e orologi.

La scelta quindi è stata quella di raddoppiare le Challenge riducendo il numero dei premiati: nei fatti i costi aumentano ma si spera perlomeno che i premi possano essere consegnati ai vincitori!

A tutto ciò si aggiungerà una nova manifestazione che sarà programmata a Lainate (MI) con la formula della Tipo Pista, riproponendo così questo tipo di evento da sempre simbolo di spettacolo puro e alla consolidata cronosquadre di fine stagione con il Valle Olona Day.

Le prove programmate nella Provincia di Milano poi, ad eccezione della tipo pista, racchiuse in apposita classifica, assegneranno i  titoli di Campione Provinciale Milanese Federciclismo, per volere del Presidente Valter Cozzaglio e di tutto il Comitato Provinciale.

Per quanto riguarda il settore ciclosportivo/cicloturistico verrà riconfermato il Campionato Lombardo Randonnée a squadre, manifestazione che sta sempre più riscuotendo successo fra gli organizzatori e i partecipanti, giunta alla terza edizione e in crescita sia come eventi che come società classificate.

Verranno poi riconfermate sia le Medio Fondo delle ultime stagioni, che gli ormai pochi raduni rimasti.

Per quanto riguarda il settore Medio Fondo, verrà proposta la 22° edizione della Casartelli, manifestazione dedicata all’indimenticato Campione Olimpico di Barcellona 82, che nella nuova veste vedrà la riduzione dei costi di iscrizione, oltre alla classica Tortona-Seregno e alla Seregno Ghisallo, alla manifestazione programmata a Novate Milanese e alla Don Guanella.

il tutto all’insegna di una sempre più fervida attività Federciclismo, grazie alla fiducia accordata dai dirigenti Nazionali e Regionali che credono nel settore amatoriale.

Prossimo appuntamento della Struttura Amatoriale e di tutti i dirigenti Regionali e locali sarà la seconda tappa del convegno “Usa la Testa – Pedala col Cuore” programmato per mercoledì 29 Gennaio a Seregno (MB) dove si parlerà di prevenzione cardiologica in ambito ciclistico, argomento che dovrebbe stare CUORE a tutti i praticanti, e che per questo dopo la prima organizzata a metà Novembre presso il Palazzo Coni di Milano verrà riproposto a livello locale grazie all’interessamento di Andre Capelli e dei Dott. Bernardo cortese, Michele De Grandi e Stefanos Demertzis: prossimamente il Convegno avrà due riproposizioni nella provincia di Bergamo che verranno rese note appena definite.

L’appuntamento di Seregno sarà trasmesso in diretta streaming sul canale YouTube della Struttura Amatoriale Lombarda, con inizio alle ore 21.

Buona stagione a tutti i dirigenti, alle società e agli atleti che hanno scelto di dare fiducia a Federciclismo!!!

Scarica qui il programma FCI Lombardia 2020

Scarica qui il calendario 2020

Convegno Cardiologico “Pedala col Cuore” Seregno 2020

Il ciclismo come momento di benessere è un tema sempre più “a cuore” alle realtà sportive lombarde

Mercoledì 29 gennaio si terrà a Seregno (MB) il secondo convegno per la prevenzione cardiologica e la tutela della salute dei ciclisti praticanti, con l’intervento di medici specialisti.

9 gennaio 2020, Milano – Il ciclismo è riconosciuto come uno sport ad alto impegno cardiovascolare e, affinché sia praticato in sicurezza, è necessario approcciarvisi in modo serio e consapevole: perché pedalare faccia veramente bene, a tutte le età, è giusto comprendere quale sforzo sia richiesto al nostro fisico e quali siano gli accertamenti preventivi da effettuare prima di mettersi in sella, per verificare di essere in possesso di tutti i requisiti necessari per vivere con serenità la propria passione sulle due ruote.

Grazie alla sensibilità sul tema del Comitato Regionale lombardo della Federazione Ciclistica Italiana, lo scorso novembre è stato avviato un programma per creare una vera e propria cultura sportiva tra i praticanti, tramite l’incontro con medici specialisti che, in modo semplice ed informale, possano esplicitare quali siano le dovute attenzioni da porre nell’approccio al ciclismo e quanto sia di successo, per il benessere della persona e dell’atleta, una corretta attività di prevenzione, specialmente da un punto di vista cardiologico.

Con la stretta collaborazione del Comitato Provinciale FCI Monza-Brianza e l’associazione sportiva dilettantistica Biketeam Seregno, il 29 gennaio, alle ore 21.00, si terrà, presso la sede del Respace Biketeam Seregno in via San Carlo 39 a Seregno (MB), il secondo convegno a tema, dove il Dott. Bernardo Cortese, primario della Cardiologia della Clinica San Carlo di Paderno Dugnano, il Dott. Michele De Grandi, specialista di Medicina Sportiva e medico dello staff del team UAE Emirates, incontreranno ciclisti e dirigenti delle realtà sportive locali.

Premiazioni atleti titolati Provincia di Milano

Turbigo (MI) 17 Novembre 2019

Domenica scorsa, 17 Novembre, si sono svolte le premiazioni Provinciali di Milano per quanto di buono fatto nel 2019. A livello amatoriale mancano ancora i titoli assegnabile nel ciclocross ma nel frattempo possiamo dire che il settore ha portato notevoli risultati non solo in campo nazionale ma anche a livello Europeo.

Straordinari titoli europei, splendidi titoli regionali e numerose maglie tricolori, con belle conferme di titoli nella strada,  nel downhill, nelle gran fondo e, quest’anno, anche nel fuoristrada amatoriale (MTB) con il Prestigio MTB di società.

Di seguito i vari riconoscimenti assegnati con la presenza del responsabile del settore stesso Gianluca Londoni e del Consigliere Provinciale Luigi Vidali nonchè membro della Struttura Amatoriale Regionale.

 

 “downhill” al Team Scout”            

 allievi                   Davide Cappello              “italiano – regionale e regionale enduro                                                                                                     

under 23             Stefano Introzzi               “regionale”

master M3          Paolo Alleva                     “europeo”

master M3          Marcello Bonini            “regionale”

master M4          Oscar  Colombo           “europeo, italiano, reg.le”

 

“fixed”

8° Memorial “Valerio Zeffin”  a Martina Biolo  “one gear”   “campionessa italiana                                          

 

“Campioni Master strada, GF e Montagna”

elite sport         Jasmine Dotti            “Amatori Drali”   “italiano e provinciale strada”

women Olga Cappiello           “De Rosa Santini”          “2^ mondiale crono”

women  Valentina Zuco           “De Rosa Santini”         “3^ mondiale strada”

elite sport         Davide Busuito           “De Rosa Santini”         “europeo gran fondo”

master 1          Stefano Bonanomi         “MP Filtri”                  “italiano montagna”

master 3          Michele Mascheroni    “System Cars”      “italiano strada e regionale”

master 1          Alessandro Ubertis     “Army of  Two”                     “provinciale”

master 2          Daniele Riccardo           “System Cars”                      “provinciale”

master 3          Angelo Sposito               “System Cars”                      “provinciale”

master 4          Gianluca Piazzai           “System Cars”                    “provinciale”

master 5          Marcello Tota                    “System Cars”                      “provinciale”

master 6         Enrico Pezzetti                “System Cars”     “regionale assoluto e prov.le”

master 8         Mario Gasparetto     “Pedale Senaghese”                 “provinciale”

               

“Randonnée” alla  S.C. Genova 1913

Campione provinciale e regionale

  

“il duomo” al  Team Gemini

Per gli straordinari risultati in campo nazionale con 5 circuiti vinti tra cui il Prestigio MTB

 

Mediofondo Ciclosportivi” al Pedale Novatese

Campione provinciale

Presentazione Mediofondo Fabio Casartelli

Albese con Cassano (CO) 17 Novembre 2019

In occasione del ritrovo conviviale degli Amici della Fondazione Fabio Casartelli presso il Ristorante Il Corazziere di Merone in provincia di Como, è stata presentata la 22° edizione della Medio Fondo Fabio Casartelli, intitolata all’indimenticato campione di Albese con Cassano (CO), vincitore del titolo Olimpico su strada a Barcellona nel 1992 che avrà svolgimento Domenica 19 Luglio 2020 con partenza proprio dal paese natale del Campione Comasco.

Alla presenza di Mamma Rosa e Papà Sergio, e del mitico Luca Panichi il Presidente della Fondazione Pier Luigi Marzorati ha illustrato il percorso della manifestazione che ricalcherà quello delle passate edizioni e sarà articolato su tre percorsi, il percorso lungo di 114km con un dislivello complessivo di 1575mt passando per la salita di Onno, quella del Ghisallo e per la Colma di Sormano, con la possibilità per i più appassionati di scalare il mitico “Muro”, teatro del Giro di Lombardia per professionisti, il percorso medio di 75 km che avrà un dislivello di 606 mt e scalerà il Ghisallo, ed il percorso corto di 58 km che avrà un dislivello di 418 mt con il punto focale fissato sulla salita di Onno, alla portata anche degli atleti meno preparati.

Alla Medio Fondo, che anche nella sua 22° edizione sarà valida per il Campionato Italiano di Società, da cinque anni la Fondazione ha affiancato una Pedalata Ecologica, denominata Pedalata Olimpica, che si svolgerà sul percorso corto, anche con e-bike, e che darà modo di pedalare in compagnia anche a chi non è titolare di un tesseramento con una società sportiva, ma vorrà comunque onorare la memoria di Fabio, vivendo una bella giornata di sport amatoriale nel segno del Campione Olimpico, del quale il prossimo anno ricorrerà il venticinquesimo anniversario della tragica caduta.

Presto sul sito www.fondazionecasartelli.it verranno aperte le iscrizioni e verranno pubblicati i percorsi ed il regolamento della manifestazione, per vivere una giornata di sport e di celebrazione per l’indimenticato FABIO.

Clicca qui per scaricare il volantino

“Pedala col Cuore” Prevenzione cardiologica nel ciclismo

Il benessere e la salute per i ciclisti passano da una corretta attività di prevenzione

 Giovedì 14 novembre, con il patrocinio del Comitato Regionale della Lombardia della Federazione Ciclistica Italiana, si è tenuto a Milano il primo seminario specifico per la tutela della salute dei ciclisti con un focus sugli accertamenti necessari per vivere lo sport come momento di benessere per la persona. 

14 novembre 2019, Milano – Lo sport è universalmente riconosciuto come uno degli elementi che migliorino la qualità di vita delle persone ma, per stare bene, non basta praticare un’attività fisica, occorre anche svolgerla in sicurezza e rispettando il proprio corpo. 

Quando poi si praticano attività impegnative come il ciclismo, è bene approcciarvisi con grande consapevolezza e serietà, verificando accuratamente il proprio stato di salute e acquisendo le conoscenze necessarie su quali sforzi sia in grado di tollerare il proprio organismo, per vivere senza pensieri la propria esperienza sportiva.

Dimostrando una grande sensibilità sul tema e prendendo atto di come il numero dei praticanti sia in aumento, anche per l’avvicinarsi al ciclismo di molte persone in età adulta, il Comitato Regionale della Lombardia della Federazione Ciclistica Italiana ha patrocinato una serata dedicata all’approfondimento medico sportivo e cardiologico, rivolto alle società sportive dilettantistiche regionali, coordinata dalla ASD Cuore Grinta Passione e svoltasi giovedì 14 novembre presso il Palazzo del CONI a Milano, con la gradita partecipazione di Cordiano Dagnoni, presidente del C.R. FCI Lombardia e dei componenti della Commissione Amatoriale regionale, Luca Londoni, Luigi Vidali ed Andrea Capelli.

Gli eccellenti relatori della serata sono stati il Dott. Bernardo Cortese, primario della Cardiologia della Clinica San Carlo di Paderno Dugnano (Mi) e docente al Corso Master della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, il Dott. Michele De Grandi, medico sportivo dello staff del team World Tour UAE Emirates e medico fiduciario del team donne élite Be Pink e della Pallacanestro Varese, e il Prof. Stefanos Demertzis, primario della Cardiochirurgia del Cardiocentro Ticino a Lugano e docente all’Università di Berna e all’Università della Svizzera Italiana. 

Dopo aver sottolineato come il ciclismo sia uno sport che porti comprovati benefici a livello cardiovascolare e che aiuti a ridurre l’insorgere di alcune patologie, è stato mostrato come l’introduzione dell’accertamento per l’idoneità alla pratica sportiva abbia ridotto drasticamente il numero di casi di morte improvvisa durante l’attività fisica.

L’analisi delle specificità proprie del ciclismo suggerisce di preferire, come strumento di prevenzione, l’esecuzione dell’elettrocardiogramma sotto sforzo, possibilmente massimale ed eseguito presso medici esperti, al cicloergometro, valutando così l’attività cardiaca durante lo sforzo stesso, piuttosto che a seguito dello step test, valido comunque secondo le norme vigenti, ma molto meno affidabile come screening cardiologico, soprattutto per gli atleti master.

Sarebbe opportuno che anche chi non partecipasse a competizioni si sottoponesse almeno ai rilievi della visita per il rilascio dell’idoneità agonistica, poiché gli sforzi profusi durante le pedalate potrebbero essere comunque massimali, tanto quanto quelli effettuati in gara.

E’ stata poi richiamata la necessità di persistere ad effettuare, periodicamente, gli accertamenti eventualmente richiesti e svolti ad integrazione della visita medico sportiva, anche se questi precedentemente non abbiano evidenziato particolari criticità, che potrebbero però svilupparsi in seguito e dunque essere individuati solo da una costante attività di monitoraggio.

Poiché studi su atleti, anche di alto livello, hanno dimostrato come accertamenti strumentali più approfonditi, non invasivi, abbiano rivelato, e permesso di curare, patologie che altrimenti non sarebbero state diagnosticate, è stato suggerito di effettuare comunque, almeno una volta nella vita, anche in assenza di problematiche conclamate, un esame ecocardiografico, per valutare con maggiore accuratezza la struttura cardiaca e la sua corretta funzionalità, oltre che escludere gran parte delle patologie cardiache congenite.

E se l’atleta fosse a rischio di eventi ischemici, come l’infarto? L’esperienza e la tecnologia aiutano anche in questo caso: con una visita accurata, uno screening dettagliato dei fattori di rischio e l’eventuale ausilio di metodiche come la TAC coronarica permettono di andare in bicicletta in sicurezza.

Anche in caso di riscontro di alcune patologie che necessitino di soluzione chirurgica non è detto però che si debba rinunciare allo sport: le più moderne tecniche interventistiche possono brillantemente risolvere i problemi e gli atleti, anche in un arco temporale ragionevolmente breve, possono riprendere la propria attività.

La serata si è conclusa con l’invito a diffondere una cultura sportiva dove la prevenzione sia vissuta come un atto di attenzione continua verso se stessi e il proprio benessere, evitando di trascurarsi e di dover magari affrontare problemi più gravi in futuro.

In allegato è possibile rivedere l’intera serata con le relazioni dei medici intervenuti.

   

 

Premiazioni Settore Amatoriale Lombardo FCI Stagione 2019

Bonate Sopra (BG), 10 Novembre 2019

Si sono svolte presso il Teatro G. Verdi di Bonate Sopra (BG) le premiazione degli atleti tesserati per società affiliate alla Federciclismo Lombardia, che nella stagione 2019 hanno conseguito titoli Internazionali, Nazionali e Regionali, con la regia organizzativa del sempre presente ed attivo Team Breviario, motore insostituibile dell’attività Federale in Lombardia

Nella stagione appena conclusa, gli atleti Lombardi hanno ottenuto cinque titoli Europei, trentatré titoli Nazionali oltre ai consueti titoli Regionali, con un significativo incremento delle manifestazioni organizzate.

Per il secondo anno consecutivo la Lombardia ha ospitato sia i Campionati Italiani su strada che quelli della montagna: i primi si sono svolti a Nerviano (MI), dove per il terzo anno il Comitato Regionale Lombardo ha proposto una rappresentativa ufficiale, ancora oggi unica iniziativa nel suo genere in Italia,  che ha conseguito ben quattro vittorie oltre a numerosi piazzamenti sul podio, e dopo quindici giorni in quel di Edolo (BS) sono stati assegnate le maglie tricolori riservate agli scalatori.

Tutte  e due le gare tricolori sono state caratterizzate dall’elevato numero di partecipanti e da una qualità organizzativa che ha pochi pari sul territorio Nazionale.

I Campioni sono sfilati sul podio delle premiazioni alla presenza delle autorità intervenute a partire dall’Assessore del Comune di Bonate Erica Previtali, al consigliere Federale Gianantonio Crisafulli che ha portato il saluto del Presidente Federale Renato Di Rocco, al Consigliere Regionale Adriano Roverselli, al Presidente del Comitato Provinciale di Bergamo Claudio Mologni, e della Commissione Amatoriale presieduta da Gianluca Londoni con al suo fianco in vece di insostituibili collaboratori Luigi Vidali per il settore cicloturismo, il Gen. Angelo Giacomino per il settore GranFondo e per l’occasione speaker di giornata, Fabio Fabiani per il coordinamento del Trofeo dello Scalatore, Enrico Biganzoli per il settore Fixed, Danilo Fullin per l’Urban Bike, le new entry in qualità di collaboratori Andrea Capelli e Giuliano Ronzoni e i pilastri dell’attività targata FCI Gianluca Piazzai per il settore strada e Cristian Coladangelo per la logistica, sempre presenti alle gare in supporto agli organizzatori, sia per le operazioni di segreteria che per il montaggio delle varie attrezzature.

I riconoscimenti consegnati ad atleti e società, come già negli ultimi anni, sono stati realizzati dai ragazzi dell’Opera Don Guanella di Lecco retta dal sacerdote ciclista Don Agostino Frasson, sotto la supervisione artistica di Afran Abiamba: tutti i trofei sono stati realizzati a mano, rendendoli pezzi unici, e coniugando il riconoscimento ai vincitori con lo scopo benefico dell’iniziativa.

Un grandissimo ringraziamento va a Gianantonio Crisafulli, che da Consigliere Federale presenzia a tutte la manifestazioni su strada svolgendo il duro lavoro di segreteria che va dalla raccolta iscrizioni alla redazione degli ordini d’arrivo, dopo aver effettuato anche a volte il photofinish: difficilmente si vede una personalità con quella carica operare fattivamente sul terreno, e questo fa un immenso onore a Gianantonio.

GRAZIE INFINITE PER L’OPERA PRESTATA.

Al termine della cerimonia, il Comitato Regionale ed il Team Breviario hanno intrattenuto gli ospiti con un lauto rinfresco molto apprezzato dai presenti.

Appuntamento a Giovedì 14 Novembre alle ore 20.00 presso il Palazzo Coni di via Piranesi 46 per il convegno “Pedala col Cuore”, dove verrà fatta opera di sensibilizzazione verso la platea ciclistica tutta in materia di prevenzione cardiaca per chi svolge l’attività ciclistica.

Leggi la relazione annuale della Commissione Amatoriale

Scarica l’elenco dei premiati ed i risultati ottenuti

Riunione società Settore amatoriale FCI Lombardia, 7 Novembre 2019

Milano 7 Novembre 2019

Si è tenuta in data 7 Novembre presso la Sala C del Palazzo Coni di Milano, una riunione delle società del settore amatoriale Lombardo, dove i responsabili della Commissione Regionale, capitanati da Gianluca Londoni e con la presenza del Consigliere Regionale Fabio Alberti, hanno fatto il riepilogo dell’annata appena conclusa, e posto le basi per la nuova stagione agonistica, dove entrerà in vigore il nuovo Disciplinare delle Scorte Tecniche, che rappresenterà una grossa novità soprattutto per gli Enti di Promozione, ed andrà a ribadire quanto già messo in campo dalla Federciclismo, tenendo ben presente come tale documento faccia parte del Codice della Strada e sia stato già pubblicato in Gazzetta Ufficiale: si tratta quindi di una regolamentazione riferita alle norme di circolazione stradale, e non a regolamenti sportivi di competenza FCI.

Di seguito viene riportato il verbale dell’assemblea, che ha visto anche presentare l’altra novità in casa Federciclismo, ovvero l’eliminazione della tessera plastificata, in ottica di adeguamento alla riduzione dello spreco di materie plastiche, ovvero la plastic free.

 

Verbale di Assemblea

Ad inizio riunione il responsabile della struttura tecnica amatoriale Gianluca Londoni ha salutato le numerose le società partecipanti ed ha presentato i componenti della Struttura presenti (Gen. Angelo Giacomino, Giuliano Ronzoni, Andrea Capelli, Fabio Fabiani, Gianluca Piazzai, Cristian Coladangelo, Luigi Vidali) e gli ospiti, il Consigliere Regionale Fabio Alberti, Maurizio Molinari ispettore di percorso del Giro d’Italia per RCS ed Alessandro Vanotti, il Direttore di Corsa Enrico Fontana. Presente anche il Presidente Provinciale di Como Franco Bettoni e in rappresentanza di Varese Igor Giaron .

Andrea Capelli, del team De Rosa Santini affiancherà il Gen. Giacomino per le attività riguardanti il settore GranFondo. Giuliano Ronzoni, in assenza di un Giudice di Gara ai Raduni Cicloturistici, Mediofondo Ciclosportive e Randonnée  (per decisione Federale della relativa struttura nonostrante le nostre controindicazioni) presenzierà per le attività di segreteria e stilo delle classifiche. Fabio Fabiani continuerà le attività organizzative per le gare amatoriali in salita.

 

Situazione movimento amatoriale – a. Nuovo Disciplinare Stradale

Maurizio Molinari ha portato la sua esperienza maturata al Giro d’Italia, confermando di fatto che anche RCS si trova a dover affrontare disuguaglianze comportamentali di comuni, province e prefetti nel concedere il nulla osta al passaggio lungo le specifiche strade. Spesso l’aiuto viene dalle società locali grazie ai rapporti instaurati con le istituzioni. Situazione confermata dal Presidente Provinciale di Como che ha portato come esempio le differenze tra le due Province di Como e di Lecco, con comportamenti contrapposti e spesso generati dal cambiamento dei responsabili. 

Enrico Fontana, in qualità di Direttore di Corsa ha ampliamente spiegato le novità del Disciplinare delle Scorte Tecniche che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di Aprile ed è stato recepito anche dalle Prefetture de sarà operativo dal 1 Gennaio 2020:  

Sono in discussione alcune modifiche che coinvolgono argomenti legati all’ufficio unico di rilascio permessi in caso di più province coinvolte e quello relativo ad ambulanze e medico.

Su quest’ultimo argomento si è innestata una discussione, in quanto le direttive comportamentali di AREU verso il Direttore di Gara nel caso di incidenti differisce dal regolamento FCI (esempio: anche se c’è il medico, in caso di incidente che faccia mancare l’ambulanza in gara e che farebbe secondo FCI fermare la gara, AREU dice di poter continuare in quanto con il centro unico 112 tutte le ambulanze disponibili lungo il passaggio della gara sono preallertate ed interverranno nel caso di altro incidente). E’ un argomento che va approfondito sviscerando anche alcuni dubbi (i mezzi dedicati alla gara sono a disposizione diretta ed immediata della corsa,  gli altri sul territorio lo sarebbero? il presidio sarebbe “garantito” come in gara in tempi consoni?)

E’ stato confermato il numero di 4 Motostaffette fino a 200 partecipanti che poi sale gradualmente (nessun cambiamento rispetto a quanto noto).

Sì è discusso anche della chiusura traffico di 15 minuti e del fuori gara se superato dall’auto di fine gara: l’atleta deve togliere il numero anche sulla bici e deve rispettare il codice della strada. Nel caso di GranFondo amatoriali è stato introdotto il concetto di “Fine Manifestazione” che permette di mantenere in gara ed avere un tempo ed una classifica, anche all’atleta superato dall’auto di fine gara, pur dovendo rispettare il codice della strada.

E’ stato suggerito caldamente di organizzare riunione nelle gare amatoriali con gli ASA e con il personale a supporto nel percorso durante la chiusura e dopo affinché siano edotti ed allineati tutti sul comportamento da tenere.

Situazione movimento amatoriale – b. Rapporto con gli Enti

Attualmente l’unico Ente che ha avviato il primo corso sotto egida FCI per la formazione del responsabile della scorta tecnica è lo CSAIN, che in collaborazione con il Centro Studi Federale, ha indetto il primo corso per  Direttori di Corsa certificato da Federciclismo alla Scuola dello Sport del CONI (7-9 Novembre), così come richiesto dal nuovo Disciplinare delle Scorte Tecniche. Anche altri Enti hanno richiesto di sottoscrivere la convenzione con FCI per la predisposizione degli appositi corsi di formazione, che saranno organizzati nei prossimi mesi. Con l’Ente ACSI col quale nei mesi passati ci sono stati momenti di tensione, dopo un recente incontro chiarificatore, si sono create le basi per il rinnovo della convenzione nel 2020. Visto il precedente, l’attività di questo Ente sarà attenzionata e monitorata.

Fintanto che gli Enti non avranno personale formato e certificato (Direttore di Corsa, ASA, ecc…), potranno organizzare manifestazioni solo con la presenza di personale tesserato FCI.

Durante la discussione il Presidente Provinciale di Como, supportato dalla presenza di chi è coinvolto in prima persona, il Sig. Luisetti della Fondazioen Casartelli, ha richiesto di analizzare la forma migliore per rilanciare una manifestazione importante ai fini solidali, quale la Fabio Casartelli che negli ultimi anni ha avuto una perdita considerevole di partecipanti (dalle migliaia a poche centinaia).

E’ stato proposto un incontro ad hoc per valutare le modalità organizzative per un rilancio

Novità 2020 – a. Plastic Free

A partire dalla nuova stagione di Affiliazione/Tesseramento 2020 che dovrebbe partire il 20 Novembre prossimo le tessere saranno solo in formato elettronico e non più in plastica.

All’atto del tesseramento dovrà essere indicata una mail per qualsiasi tesserato (inclusi i membri del Consiglio Direttivo): viene richiesto ai Presidenti di Società o a chi da loro delegato alle attività amministrative, di verificare la correttezza dell’indirizzo di posta elettronica e che sia comunicato in tempo reale qualsiasi cambiamento.

Verrà presentato un portale nuovo a cui accedere per avere la tessera sia su cellulare che su PC: chi oggi già è registrato manterrà le stesse credenziali.

E’ opportuno che le foto siano realistiche ovvero scattate in un range di età vicino all’età del tesserato; sarà possibile per il tesserato cambiare la foto ed eventualmente scattarsi un selfie ed inserirlo.

La tessera avrà un ulteriore campo: quello di inserimento di un numero per chiamate d’emergenza. Questo comparirà nella stampa elenco tessere che il direttore sportivo consegnerà alla partenza.

La tessera può essere stampata in pdf, presenta fronte e retro della tessera stessa. Per il settore Master/CT/CSP non avvezzo all’informatica o che non abbia a disposizione smarthphone abbiamo chiesto al ufficio informatico federale che la società possa avere a disposizione un pulsante che permetta di stampare in pdf su pagina singola con una sola operazione tutte le tessere selezionate, attualmente non possibile.

Sempre per quanto riguarda il settore amatoriale, viene chiesto alle società di dare indicazione ai propri atleti di stampare la tessera su supporto cartaceo, onde evitare rallentamenti nelle operazioni di iscrizione alle manifestazioni, sia con egida FCI che con organizzazione a cura degli Enti di Promozione.

Nel documento allegato, viene riepilogato quanto presentato: un vademecum più completo verrà reso disponibile direttamente alle società e sul sito federale all’apertura.

Durante la riunione è stato sollevato l’annoso problema del certificato medico scaduto e non rinnovato dal tesserato e della necessità di avere ripristinato sul Fattore K il campo dove inserire tale dato in modo da avere un flag automatico. L’argomentazione in passato a giustificarne l’eliminazione è stata quella legata alla privacy (GDPR); la struttura tecnica proverà a ripresentare la richiesta.

E’ stato suggerito un comportamento al Presidente al fine di tutelarsi in un caso simile: lettera al tesserato che dalla mezzanotte successiva alla data di scadenza senza evidenza di rinnovo è da considerarsi non più tesserato alla società nè coperto dall’assicurazione ed in parallelo la richiesta al Comitato Provinciale di riferimento di procedere verso l’ufficio Tesseramento per la sospensione del tesserato in questione.

Onde evitare il rischio che qualche atleta si “dimentichi” di consegnare alla società la visita medica, viste le nuove procedure al momento della riunione, viene suggerito di effettuare la richiesta di tesseramento solo DOPO aver acquisito il certificato stesso: avendo l’atleta la possibilità immediata di acquisire su pc o smartphone la tessera, una volta avvenuta la validazione da parte degli organi Federali, la società si potrà così tutelare da eventuali problematiche collegate all’acquisizione del documento.

Novità 2020 – b. Proposta modifiche regolamentari da inviare a Roma

Nel documento allegato, sono elencate le proposte che vorremmo portare avanti verso le strutture federali e che se accolte non potranno che essere implementate dal 2021. Toccano il costo affiliazione, la riduzione tessere del settore amatoriale, la revisione del relativo costo, la tassa unica per gare plurime dell’organizzatore nello stesso giorno, le regole dei campionati Italiani CT/CSP).

Un suggerimento è stato posto in platea (soc. Pedale Arcorese) per cercare di non perdere giovani tesserabili come Juniores nella fascia di età dove gli impegni scolastici potrebbero cozzare con le necessità delle società: poterli tesserare come Junior Sport e permettere loro una volta superati gli impegni scolastici di poter partecipare a gare Juniores in promiscuità per confrontarsi ed al fine di poterli poi reintegrare nella categoria.

 

Prima raccolta manifestazione di interesse per l’organizzazione di manifestazioni amatoriali nel 2020

A breve verrà fatto il primo incontro con gli ENTI per cominciare a ragionare sul calendario dell’Assise Lombarda, che sta destando oramai grande interesse presso i cicloamatori. A tal proposito sono state invitate le società ad inviare proposte in merito alle gare amatoriali. Vengono riconfermati i vari trofei già in essere (Scalatore, Giro di Lombardia e Campionato Lombardo Randonnèe).

Per quanto riguarda le Randonnée il calendario è già a buon punto, beneficiando anche dell’inserimento della maggior parte di manifestazioni all’interno del Calendario ARI.

Scarica qui la documentazione presentata in assemblea in formato PDF

Prima del termine della riunione, è stato ricordato da Andrea Capelli l’evento di Giovedì 14 novembre 2019 alle ore 20:00 presso la Sala A del palazzo del CONI, in Via Piranesi 46 “Usa la testa! Pedala col Cuore!”, sulla consapevolezza e prevenzione cardiologica per tutelare la salute del ciclista.

 

 

 

Presentazione Pedala col Cuore 14 Novembre 2019

Usa la testa! Pedala col cuore!

Appuntamento giovedì 14 novembre alle 20.00 presso la Sala A del Coni in via Piranesi 46 a Milano per una serata a tema con medici specialisti esperti che, in modo semplice ed informale, aiuteranno i presenti a capire l’approccio corretto al ciclismo per la sicurezza ed il benessere personale.

31 ottobre 2019, Milano – Il ciclismo è uno sport tanto avvincente quanto impegnativo e perché sia realmente un sinonimo di benessere della persona è fondamentale che venga praticato in sicurezza, salvaguardando in primis la salute dei praticanti.

Pedalare è bellissimo ma, perché faccia anche bene, prima di mettersi in sella, è appropriato fare una riflessione su cosa sia realmente chiamato a fare il nostro fisico quando saliamo in bicicletta e quali siano le verifiche preliminari da effettuare prima di sottoporci a determinati sforzi.

Notando come il tema sia sempre più importante, visto l’incremento dei praticanti, e come sia necessario promuovere una corretta cultura dello sport, il Comitato Regionale lombardo della Federazione Ciclistica Italiana, in collaborazione con la ASD Cuore Grinta Passione, ha voluto dedicare agli appassionati delle due ruote una serata di approfondimento, con l’obiettivo di contribuire significativamente alla tutela della loro salute.

L’appuntamento è fissato per giovedì 14 novembre, alle ore 20.00, presso la capiente Sala A del Palazzo Coni, in via Piranesi 46 a Milano, dove medici specialisti esperti chiariranno, con un linguaggio semplice ed informale, quali attenzioni siano necessarie verso il nostro fisico, per vivere senza problemi e pensieri la propria passione ciclistica, con un focus sulle peculiarità cardiovascolari dello sport in questione e sulla soluzione di eventuali patologie accertate.

Interverranno il Dott. Bernardo Cortese, primario della Cardiologia della Clinica San Carlo di Paderno Dugnano, il Dott. Michele De Grandi, specialista di Medicina Sportiva e medico dello staff del team UAE Emirates, e il Dott. Stefanos Demertzis, primario della Cardiochirurgia del Cardiocentro Ticino a Lugano.