Gianluca Londoni pronto a dare il proprio contributo al Consiglio Regionale FCI Lombardia

22 dicembre 2020, Milano – L’elezione del nuovo Consiglio Regionale FCI Lombardia, avvenuta lo scorso 19 dicembre, ha assegnato a Gianluca Londoni il ruolo di Consigliere Regionale, con 178 preferenze ricevute.

«Ringrazio tutti coloro che hanno manifestato fiducia nei miei confronti: sono entusiasta e pronto ad iniziare a lavorare per la stagione 2021, in collaborazione con tutto il nuovo direttivo regionale – dichiara Londoniritengo che il nuovo consiglio possa e debba operare in simbiosi per il bene del ciclismo lombardo, per il quale io sono pronto a fornire il mio supporto.»

«Certamente viviamo in un periodo caratterizzato da incertezze – continua Londonima confidando che l’attività sportiva possa riprendere, a pieno regime, nel corso del prossimo anno, non c’è tempo da perdere e dobbiamo farci trovare pronti per tutte quelle società che, in rispetto delle normative, vorranno organizzare o partecipare ad eventi agonistici e non. Per quanto riguarda il Settore Master, che ho seguito fino ad ora, sarà mia intenzione poter dare continuità a quanto di buono fatto in passato, restando vicino alle società, agli atleti e a tutti gli attori del mondo amatoriale che, giustamente, vedono nella Federazione Ciclistica Italiana un punto di riferimento. Possiamo sviluppare una sinergia vincente tra i settori Master e Giovanile, dobbiamo insistere sulla sicurezza delle gare e continuare a portare avanti un tavolo di confronto con gli Enti di Promozione Sportiva, per poter incrementare negli anni l’attività e garantire un prodotto sportivo qualitativamente elevato.»

Gianluca Londoni candidato per il Consiglio Regionale FCI Lombardia: le motivazioni e il programma

18 dicembre 2020, Milano – Si terranno domani, sabato 19 dicembre, le elezioni per il nuovo Consiglio Regionale FCI Lombardia, che gestirà il comitato lombardo per il prossimo quadriennio olimpico.

Gianluca Londoni, oggi coordinatore della Commissione Amatoriale FCI Lombardia, sarà candidato per il ruolo di Consigliere e spiega in una lettera aperte le motivazioni della sua scelta e il suo programma per l’avvenire:

“Buongiorno a tutti,

dopo un lungo periodo di crescita, iniziato nel 2006, quando fui chiamato da Gino Scotti per collaborare a risollevare le sorti del settore amatoriale federale lombardo, ho deciso di inoltrare la mia candidatura a Consigliere Regionale per la FCI Lombardia, per il quadriennio 2021-2024.

Il ciclismo è per me una passione e una tradizione di famiglia, l’ho praticato fin da ragazzo, a livello agonistico, e, ancora oggi, mi diverto come tesserato Master. Ho conseguito l’abilitazione come tecnico per le categorie agonistiche internazionali e, negli ultimi quattro anni, ho ricoperto il ruolo di coordinatore della Commissione Amatoriale per il Comitato Regionale FCI Lombardia, succedendo a Gianantonio Crisafulli, nel ruolo che fu proprio del precitato Scotti.

Nel corso del mio incarico, insieme ai miei validi collaboratori, ho realizzato integralmente il programma proposto ad inizio mandato, riportando per ben due anni consecutivi il Campionato Italiano Master su strada nella nostra regione, dopo un’assenza decennale. In verità avremmo dovuto ospitare la sfida tricolore anche nel 2020, per la terza volta, ma l’emergenza pandemica ci ha costretto a rinunciarvi, non completamente comunque, perché si tratta solo di un rinvio: l’appuntamento è infatti fissato per il 2021, a Somma Lombardo (Va).

Per quanto fatto va un ringraziamento a tutti coloro che si sono dimostrati dei veri amici del ciclismo, in primis al Consigliere Federale Crisafulli e ad Ambrogio Romanò, ma anche a tutte le persone affidabili che ci hanno permesso di garantire alle associazioni e società sportive del territorio un ottimo servizio, completamente gratuito, che ha abbracciato tutti gli aspetti organizzativi e burocratici, dalla pianificazione e calendarizzazione degli eventi, all’inserimento dati nei sistemi federali, alla fornitura del materiale necessario per le competizioni, quale archi di arrivo e dorsali e dell’assistenza per la segreteria e le cerimonie di premiazione.

L’esperienza dell’ultima stagione ha rafforzato in me e il mio gruppo di lavoro la convinzione che si debba dare il massimo supporto a chi decide di intraprendere l’avventura organizzativa, in un contesto già di per sé non facile e recentemente complicato anche dall’emergenza Covid-19: senza competizioni, senza eventi, senza atleti e partecipanti è praticamente impossibile coinvolgere le società, privandole dell’espressione più naturale della loro attività.

Un’associazione che non trova uno sbocco per svolgere la propria attività sul territorio è destinata ad affrontare lunghe ed onerose trasferte, è meno appetibile per gli sponsor e rischia di andare incontro ad una sofferenza economica, che si traduce nella perdita di atleti, in particolar modo in ambito giovanile.

E’ mio obiettivo proporre e sviluppare un progetto che realizzi la sinergia tra il mondo del ciclismo amatoriale e quello giovanile, condividendo il medesimo evento, nella stessa località, con ovviamente competizioni separate. i partecipanti alle manifestazioni amatoriali infatti tipicamente versano una quota di iscrizione che permetterebbe di alleggerire il costo organizzativo per l’evento giovanile correlato: è quanto già sperimentato a luglio, dietro la spinta del nostro gruppo di lavoro, con la prova di Morimondo (Mi), dove la collaborazione tra società amatoriali e giovanili ha permesso un evento comune, il primo in assoluto in regione dalla ripresa post Covid-19.

Desidero poter portare avanti il lavoro fino ad ora svolto per il settore Master, in una simbiosi decennale con il Consigliere Nazionale Crisafulli, per dare ordine a un ambiente variegato, nel quale, oltre alla FCI, sono presenti almeno un’altra dozzina di “operatori”, rappresentati dagli Enti di Promozione Sportiva, presso i quali la FCI può e deve essere un fermo riferimento.

Per il quadriennio 2021-2024 desidererei quindi portare il mio contributo nel futuro Consiglio Regionale, con lo spirito di massima collaborazione e unità di intenti, qualunque sia la composizione dello stesso: la mia esperienza e la mia voglia di fare sono al servizio di chiunque abbia voglia di far crescere il ciclismo lombardo in tutte le sue espressioni.

Gianluca Londoni

Prevenzione cardiologica e tutela della salute per i ciclisti

16 dicembre 2020 – Ciclismo è sinonimo di benessere: perché lo sia veramente è necessario, prima di praticarlo a qualsiasi livello, verificare il proprio stato di salute. Inoltre, per una completa serenità nella propria esperienza sportiva, è utile sottoporsi ad accertamenti periodici, per verificare il perdurare dei requisiti per vivere al meglio la propria passione per le due ruote.

La sinergia tra diverse realtà del ciclismo lombardo, promossa dal Team De Rosa Santini, con il riscontro dei team BePink, Genova 1913, Biemme Garda Sport, MP Filtri e System Cars, e con il supporto del Comitato Regionale FCI Lombardia, permette di proporre ai tesserati un meeting su piattaforma Zoom, giovedì 17 dicembre, alle ore 19.15, per un focus sulla prevenzione in ambito cardiologico e sulla tutela della salute per i ciclisti.

Relatori della conferenza saranno il Dott. Bernardo Cortese, primario della Cardiologia della Clinica San Carlo di Paderno Dugnano (Mi), e il Dott. Michele De Grandi, medico sportivo dello staff del Team UAE Emirates e del Team BePink.

Per partecipare è sufficiente inviare una mail all’indirizzo informazioni@teamderosasantini.it con la propria richiesta, entro il 16 dicembre. Verrà quindi inviato, entro la giornata di giovedì, il link per accedere alla riunione. La partecipazione è gratuita, ma limitata a un massimo di 100 persone.

Scarica il leaflet dell’evento.

Ecco il consuntivo 2020 del settore amatoriale FCI Lombardia

7 dicembre 2020, Milano – La stagione agonistica 2020 è stata certamente anomala per effetto delle vicissitudini legate alla pandemia da Covid19, tanto che l’annuale premiazione degli atleti e delle società Lombarde, che si sono distinti nel corso dell’annata, ha dovuto essere riformulata nella modalità on-line. L’evento in streaming si è tenuto lo scorso 4 dicembre, ed è apprezzabile al seguente link: https://youtu.be/I2d3_Aesb0M

Il consuntivo della stagione è stato esposto da Gianluca Londoni e, per darne piena diffusione, viene qui proposto, per dare trasparenza dell’operato del settore amatoriale del Comitato Regionale FCI.

Il grande lavoro svolto in inverno dalla Struttura Amatoriale, con la formulazione di un calendario di tutto rispetto per la stagione 2020, è stato vanificato dall’emergenza Covid 19.

Solo nel mese di luglio è stato possibile riprendere l’attività agonistica con la cronometro di Morimondo (Mi), che in questa stagione ha cambiato formula passando da cronocoppie a cronometro individuale. La prova è stata anche occasione per realizzare l’abbinamento di una gara amatoriale ad una del settore giovanile. E’ stata data così l’opportunità ai ragazzi delle categorie Allievi e Juniores di poter finalmente iniziare la stagione con la prima gara in assoluto organizzata nel 2020 in Lombardia, grazie alla grande sinergia messa in atto dal Settore Amatoriale con le società giovanili che hanno creduto nel progetto, facendo così gareggiare i ragazzi in una prima assoluta, tenuta a battesimo dal “Diablo” Claudio Chiappucci, che ha gareggiato a fianco dei futuri campioni in una bella giornata di sport. Un sentito ringraziamento va al Team Breviario, al GB Junior Team, al Velo Club Abbiategrasso, al Pedale Senaghese, all’Equipe Corbettese e al Rotary Club Abbazia Morimondo che hanno reso possibile l’evento.

La prima gara amatoriale della stagione è stata anche il banco di prova delle intervenute norme anti Covid, facendo così da riferimento per tutti gli organizzatori che si sono poi succeduti nei mesi a venire.

La stagione si è poi sviluppata su tutto il mese di Settembre, non senza difficoltà, legate ai protocolli Covid e al rilascio delle autorizzazione da parte delle varie autorità, che di fatto hanno poi portato alla cancellazione degli eventi calendarizzati per ottobre, con eccezione della prima gara del mese a Misinto (Mb).

Le problematiche organizzative intercorse hanno costretto, più volte, gli organizzatori del Giro di Lombardia-System Cars a ridisegnarne il programma, garantendone comunque la sua 10° edizione, caratterizzata, come di consueto, da un ricco montepremi messo in palio del vulcanico Ambrogio Romanò, titolare della System Cars Meda.

L’attività dei settori cicloturismo, fixed, pista e granfondo di fatto è stata azzerata dalla pandemia, con l’eccezione di poche randonnèe fra le quali qualcuna di nuova realizzazione sotto l’egida FCI.

La panoramica completa sull’annata sportiva 2020 è riassunta in questo filmato: https://youtu.be/jYbY0OfU8As

Per sostenere società ed atleti, penalizzati dal prolungato stop dell’attività, il Consiglio Federale, grazie al grande lavoro del Consigliere Federale Gianantonio Crisafulli e del vice Presidente Michel Gamba, ha messo in atto una serie di sgravi e facilitazioni per i tesserati, tradotti in un aiuto economico tangibile e concreto, del quale è stato dato conto alle società con apposita comunicazione.

Dal punto di vista puramente numerico, la situazione generale non poteva non ripercuotersi anche sul numero di tesserati in regione, che nel complesso ha fatto registrare un calo del 12% rispetto all’annata 2019, con rare eccezioni di aumento dei numeri per qualche categoria e in poche province.

Con il 2020 si chiude anche il quadriennio olimpico iniziato nel 2017, che ha visto la Struttura Amatoriale, guidata da Gianluca Londoni, realizzare i programmi presentati ad inizio mandato. Tra gli obiettivi realizzati è stato portato avanti il tavolo comune con gli EPS, concretizzando la gestione comune degli atleti classificati come Seconda Serie e realizzando, per tre dei quattro anni di mandato, un Campionato Regionale Assoluto, che ha premiato i migliori atleti Lombardi, indipendentemente dell’Ente di appartenenza.

Per quanto riguarda il mondo FCI si è riusciti a riportare in Regione il Campionato Italiano Strada per ben due volte, la terza è purtroppo stata rimandata dalla pandemia, oltre all’ormai consolidato Campionato Nazionale riservato agli scalatori.

E’ stata creata una Rappresentativa Regionale di settore, unica sul territorio Nazionale e molto apprezzata dal movimento, che ha partecipato ai Campionati Tricolori oltre al Giro d’Italia Amatori, dando così un tangibile segno di gratitudine a chi ha scelto il tesseramento FCI.

Nel settore cicloturismo è stato istituito il Campionato Regionale Randonnèe, anche qui una prima Nazionale, che ha racchiuso in se tutte le manifestazioni di questo tipo organizzate in Regione: è stata data nuova linfa ad un settore in forte sofferenza causa normative organizzative che hanno quasi azzerato l’attività legata ai raduni.

Si sono notevolmente incrementate le gare organizzate sotto egida FCI, rimettendo così al centro del variegato mondo amatoriale Lombardo la Federazione Ciclistica Italiana, con gare dalla qualità organizzativa ai massimi livelli in fatto di sicurezza degli atleti, e nel massimo rispetto delle normative sportive e Statali: a testimonianza di quanto detto è stata proprio la stagione 2020 che, con le problematiche legate al Covid19, ha visto FCI realizzare gare con la massima sicurezza dei partecipanti dal punto di vista sanitario.

A breve si svolgeranno le nuove elezioni che porteranno all’insediamento di nuovi consigli Provinciali, Regionali e Nazionali e alla nomina delle nuove Commissioni ai vari livelli, alle quali spetterà poi il compito di disegnare la strada per il nuovo quadriennio.

In conclusione il responsabile Londoni rivolge il personale ringraziamento a tutti i collaboratori che lo hanno supportato per quattro anni, al Consiglio Regionale che ha permesso di realizzare le innumerevoli iniziative che hanno portato all’incremento significativo dell’attività organizzativa in Regione e al coinvolgimento, mediante l’Assise Lombarda, degli Enti di Promozione Sportiva nel percorso di crescita della qualità delle manifestazioni, e del rispetto da parte loro delle normative che regolano l’organizzazione delle manifestazioni ciclistiche (anche se spesso e volentieri tali accordi sono stati disattesi dagli EPS), rimettendo così al centro il ruolo di faro dell’attività ciclistica che la FCI deve avere.

Oltre all’appoggio del Comitato Regionale Lombardo, il percorso realizzativo intrapreso non ha potuto prescindere dalla preziosa simbiosi con il consigliere Federale Gianantonio Crisafulli, col quale ormai è attiva una collaborazione da oltre due quadrienni, e che, con il proprio ruolo istituzionale e carisma, ha potuto portare nelle alte sfere Federali le istanze del Settore Amatoriale Lombardo, rivelandosi inoltre riferimento per i dirigenti Nazionali degli EPS, dando coerenza ad un’attività che, per troppi anni, era stata lasciata, dalla FCI stessa, allo stato brado. L’esortazione a Crisafulli è quella di proseguire sulla strada segnata e di cercare la riconferma nel suo ruolo, così da portare a termine un lungo lavoro che, negli ultimi anni, ha iniziato a dare i frutti sperati.

Tantissimi complimenti, in chiusura, ai Campioni Regionali 2020 che hanno saputo sopportare il peso di una stagione difficile, ai loro avversari che hanno reso loro vita dura, e a tutte le società che credendo nelle indicazioni fornite in questi quattro anni, hanno saputo e voluto realizzare manifestazioni prese a modello non solo in Lombardia ma su tutto il territorio Nazionale, in particolar modo in questa ultima stagione con la complicazione dei protocolli Covid19.

Infine un ringraziamento va a tutto lo staff della Commissione Amatoriale FCI Lombardia:

Andrea Capelli – Collaboratore
Cristian Coladangelo – Logistica
Gianluca Piazzai – Strada
Fabio Fabiani – Referente Territoriale
Luigi Vidali – Cicloturismo
Generale Angelo Giacomino – Granfondo
Enrico Biganzoli – Scatto Fisso
Danilo Fullin – Urban Bike
Giuliano Ronzoni – Collaboratore

Venerdì 4 dicembre le premiazioni dei Campioni Lombardi

28 novembre 2020, Milano – Come già anticipato nelle scorse settimane le consuete premiazioni annuali di fine stagione non potranno svolgersi nella forma canonica, ovvero in presenza, per le restrizioni imposte dalle normative dettate dall’emergenza Covid-19.

Il Comitato Regionale FCI Lombardia tuttavia non vuole dimenticare l’impegno dei propri atleti e, per quanto riguarda il settore Master, ha deciso di celebrarne il merito venerdì 4 dicembre, con un meeting on-line che verrà trasmesso in streaming, raggiungendo così “virtualmente” tutti gli appassionati.

Il link al quale sarà possibile seguire l’evento è https://m.youtube.com/channel/UC-LNcSQ8E8DelXJDxhqNziA

La serata sarà anche il momento per un bilancio ed una riflessione sulla non facile stagione 2020 e per uno sguardo al futuro. L’appuntamento è fissato per le ore 20.30 e sarà presente una rappresentanza dei vertici dirigenziali, regionali e nazionali.

L’elenco dei meritevoli per l’annata 2020 è disponibile all’interno del documento presentato a questo link: https://www.amatorilombardia.it/wp-content/uploads/2020/11/Premiazioni-2020.pdf

Lutto per il ciclismo lombardo, ci lascia Onorino Romanò

21 novembre 2020, Milano – Si è spento all’età di 88 anni Onorino Romanò, uno degli amici più sinceri e generosi del ciclismo lombardo. Sempre presente sui campi di gara con il figlio Ambrogio, con il quale ha condiviso per una vita la passione per le due ruote, Onorino ha contribuito attivamente alla crescita del movimento.

Il Comitato Regionale FCI Lombardia è vicino alla famiglia Romanò in questo triste momento.

Le esequie avranno luogo martedì 24 novembre alle ore 14.00 presso la Chiesa Parrocchiale Maria di Fatima, in via Madonna di Fatima 5, a Meda (MB), nella zona sud.

FCI abbassa le quote di affiliazione e potenzia l’offerta assicurativa

15 novembre 2020, Milano – Affiliarsi presso la FCI conviene: come specificato dalle note del Consigliere Federale Gianantonio Crisafulli nell’articolo pubblicato sul sito web federale  l’11 novembre scorso, per la stagione 2021 il costo delle quote di affiliazione è abbattuto del 50% anche per le nuove società, mentre le società che erano già affiliate godranno di un credito dalla stagione 2020 che, di fatto, renderà l’affiliazione gratuita.

Non è però solo questo il vantaggio per affiliarsi presso la FCI per il 2021: tutti i tesserati infatti godranno di una copertura assicurativa che non ha pari al cospetto di quelle proposte dagli Enti di Promozione Sportiva per il ciclismo.

I benefit non si fermano qui: se già la copertura assicurativa federale era la migliore nel settore del ciclismo amatoriale, la stessa si potenzia con il riconoscimento di una diaria da gesso, e offre altresì un servizio opzionale, al costo di soli 28 €, per l’abbassamento della franchigia sull’invalidità permanente alla soglia del 5% e l’incremento del massimale assicurato, che raggiungerebbe così il tetto di 120.000 €.

Si ricorda che le società già affiliate nel 2020 hanno già ricevuto un credito sul proprio conto virtuale pari al 50% della quota di affiliazione 2020 e al 25% del monte tessere staccate nella stessa stagione, da utilizzare entro il 28 febbraio 2021 per affiliazioni e tesseramenti. Sono stati anche riconosciuti 10 € aggiuntivi per ogni tessera delle categorie Promozione Giovanile, Giovanissimi, Esordienti, Allievi, Juniores, Under 23 ed Elite senza contratto, maschili e femminili. Le società che avessero poi organizzato delle gare, si sono viste rimborsate le tasse di gara e riconosciuto un ulteriore bonus del 20%.

Arrivano i contributi a sostegno delle società FCI

6 novembre 2020 – Come promesso già nel mese di giugno la Federazione Ciclistica Italiana si dimostra vicina alle proprie associazioni e società sportive, riconoscendo le difficoltà economiche incontrate dalle stesse nell’anno 2020 e disponendo un contributo in favore di esse.

Grazie al prezioso ausilio del Vice Presidente Michel Gamba e del Consigliere Gianantonio Crisafulli, le sessioni del Consiglio Federale dell’11 e del 30 giugno avevano stanziato corpose risorse in favore delle società.

In questi giorni saranno accreditate direttamente sui conti virtuali dei team federali le somme spettanti: alle società verrà riconosciuto un rimborso del 50 % della quota di affiliazione 2020, pari quindi a 150 €, cui andrà ad aggiungersi un rimborso del 25% dell’importo dell’intero monte tessere staccate nel 2020. Verrà infine accreditato un ulteriore rimborso di 10 € per ogni tessera degli atleti delle categorie PG, Giovanissimi, Esordienti, Allievi, Juniores, Under23 e Elite s.c. (M/F) tesserati nel 2020.

Ad esempio, una società con 5 dirigenti, 1 tecnico TI2, 20 tesserati Master e 15 tesserati nelle categorie Giovanissimi riceverà un contributo di 655 €, così calcolato:
– 150 € per la quota di affiliazione
– 5 x 3,75 € = 18,75 € per le tessere dirigenti
– 1 x 17,50 € = 17,50 € per la tessera tecnico TI2
– 20 x 11,25 € = 225 € per le tessere Master
– 15 x 6,25 € = 93,75 € per le tessere delle categorie Giovanissimi
– 15 x 10 € extra = 150 € extra per le tessere delle categorie Giovanissimi

I contributi ricevuti saranno spendibili dalle società per l’affiliazione e i tesseramenti 2021 entro il 28 febbraio prossimo, pena la perdita delle somme riconosciute. Al lato pratico, con la quota di affiliazione 2021 ribassata a 150 €, è come se le società affiliate nel 2020 avessero la prossima affiliazione gratuita, oltre a uno sconto sulle tessere che andranno a staccare.

Si ricorda che i contributi sono riconosciuti alle società, e non direttamente quindi ai tesserati.

Inoltre, le società che avessero organizzato gare, oltre all’annullamento della tassa di gara, si vedranno accreditato un ulteriore bonus pari al 20% dell’importo della tassa di gara stessa, che potrà essere usato per la stagione 2021 senza alcun vincolo.

Per le nuove società che vorranno entrare a far parte del mondo FCI la quota di affiliazione sarà di 150 €, e non più quindi di 300 € come in passato.

Le procedure per il rinnovo o per le nuove sottoscrizioni di affiliazioni e tesseramenti saranno possibili nella seconda metà del mese di novembre.

Si chiude la stagione master 2020 targata FCI Lombardia

28 ottobre 2020, Milano – L’annullamento del diciottesimo Valle Olona Day, originariamente in programma per sabato 7 novembre a Marnate (Va), chiude anticipatamente la stagione ciclistica del settore master, targata FCI Lombardia.

L’emergenza sanitaria in atto ha infatti indotto le autorità competenti, di concerto con la ASD Team Valle Olona, a rinunciare all’evento, già a monte dell’ultimo decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che avrebbe comunque vietato le competizioni sportive che non fossero di rilevanza nazionale o internazionale.

Si conclude così un’annata non certo facile, tanto per gli organizzatori quanto per i partecipanti, che ha comunque riservato una finestra temporale ricca di manifestazioni, sempre egregiamente gestite in ossequio dei protocolli anti-Covid19 e nei quali è stata primaria la tutela della sicurezza dei partecipanti.

Le premiazioni di fine stagione, che solitamente si svolgevano nel mese di novembre, non potranno avere luogo, né nella formula consueta né in quella alternativa (pranzo o cena) che era stata proposta ai diretti interessati qualche settimana fa, tramite un apposito sondaggio. Ulteriori valutazioni sulle modalità per gratificare i partecipanti e premiare i meritevoli saranno effettuate nelle prossime settimane.

La commissione amatoriale del Comitato Regionale FCI Lombardia è comunque già operativa per la stagione 2021, con la speranza che l’attenuazione nei prossimi mesi delle criticità attuali consenta una ripresa dell’attività agonistica ad ogni livello.

In ottica 2021 si ricordano comunque gli incentivi promossi dalla FCI verso i propri affiliati, con il riconoscimento di una scontistica sia sulla quota di affiliazione societaria sia sul costo delle singole tessere, ai sensi di quanto deliberato dal Consiglio Federale dell’11 giugno 2020.

Sport, prevenzione e tecnologia: ecco il trinomio della salute

10 ottobre 2020, Milano – Fare sport fa bene, fare sport è un passo importante verso uno stile di vita corretto che permette di salvaguardare la nostra salute.

Perché però lo sport sia un momento di reale benessere, necessita di essere praticato correttamente e in sicurezza: diventa così imprescindibile verificare il proprio stato di salute, prima di affrontare l’attività prescelta, e monitorarlo poi periodicamente.

Le tecnologie moderne ci permettono ora di rilevare, in modo non invasivo e senza alcun fastidio per l’atleta, numerosi parametri utili ad accertare il corretto funzionamento del nostro organismo, anche nel momento della nostra prestazione sportiva, e integrano ottimamente il consueto protocollo di prevenzione clinica.

Domenica 11 ottobre gli atleti del Team De Rosa Santini, ripercorrendo le strade del Giro di Lombardia in allenamento, avranno occasione di sottoporsi a un monitoraggio accurato di alcuni parametri di interesse cardiologico durante la propria attività, testando un prodotto innovativo, e che saranno poi analizzati dal Dottor Bernardo Cortese, primario della Cardiologia della Clinica San Carlo di Paderno Dugnano (Mi).

Il test Smarter Skin Plus T1, sviluppato da Umana Med. Tech. e Advice Pharma, permetterà di confermare l’efficacia delle rilevazioni effettuate in uno schema di prevenzione cardiologica, volta a tutelare la salute degli sportivi di ogni livello agonistico e di ogni età. I parametri rilevati durante l’attività sportiva sono: traccia ECG a 6 derivazioni, saturimetria O2, pressione arteriosa sistolica, frequenza respiratoria.

Il Team De Rosa Santini, da anni affiliato presso la Federazione Ciclistica Italiana, ha già promosso in passato, grazie al supporto del Comitato Regionale Lombardo FCI, alcune serate per sensibilizzare i praticanti sulla necessità della prevenzione cardiologica e della tutela della salute per tutti i praticanti. I dati rilevati nel test dell’11 ottobre saranno un ulteriore spunto di approfondimento per i prossimi appuntamenti sul tema, che verranno erogati come webinar.