Presentazione attività 2017 Federciclismo Lombardia

Milano 28 Febbraio 2017

Presso il Palazzo Coni di Via Piranesi a Milano, sede del Comitato Regionale Lombardo FCI, è stata presentata la stagione amatoriale Lombarda 2017 targata Federciclismo.

Alla presenza delle telecamere di Canale Europa TV, emittente web, la rinnovata Commissione Amatoriale Lombarda si è presentata ed ha presentato alle numerose società intervenute la stagione 2017, e le varie iniziative collegate.

La recente tornata elettorale ha promosso a Consigliere Nazionale l’ex presidente della Commissione Gianantonio Crisafulli, che va così a ricoprire il ruolo di leader nazionale del Settore Amatoriale, riconoscendo così alla Lombardia i meriti del lavoro svolto in Regione nel passato quadriennio in forza degli oltre 11.000 tesserati regionali, un quarto dell’intera nazione.

A capo della Struttura Regionale, il Consiglio direttivo con in testa il neo Presidente Regionale Cordiano Dagnoni, i suoi vice Fabio Perego e Adriano Borghetti con il consigliere referente per il Settore Fabio Alberti, ha chiamato il monzese Gianluca Londoni, già componente nel passato quadriennio, che si avvarrà della collaborazione di Gianluca Piazzai per quanto riguarda il settore strada, del confermato Luigi Vidali per il settore cicloturismo, del Generale Angelo Giacomino ex comandante della Compagnia Atleti di Milano per il settore delle Gran Fondo, di Enrico Biganzoli per il nuovo settore dello scatto fisso, di Danilo Fullin per quanto riguarda l’Urban Bike con Alberto Oldani quale segretario con Stefano Speroni quale addetto al marketing e alla comunicazione.

Presenti in sala anche i responsabili di numerosi Comitati Provinciali con rappresentati Milano, Brescia, Pavia, Lecco, Monza oltre ad organizzatori storici e sponsor.

In apertura di serata Alberti e Londoni hanno ringraziato i presenti ed hanno ricordato i loro predecessori Gino Scotti, storico presidente della Commissione mancato due anni fa e Gianantonio Crisafulli assurto al ruolo di Consigliere Nazionale, che rimarrà comunque molto vicino alla nuova Commissione.

Londoni ha poi illustrato quali saranno le linee guida del quadriennio, che saranno all’insegna della continuità con quanto avviato nella passata gestione, ovvero nel supporto alle società organizzatrici per quanto riguarda il contenimento dei costi mediante fornitura di servizi organizzativi, predisposizione delle pratiche burocratiche, affiancamento in fase di affiliazione e tesseramento e per ogni e qualsiasi esigenza dovesse sorgere nello svolgimento dell’attività, a cura dei vari responsabili di settore.

Sono state poi illustrate le proposte avanzate al Consiglio Regionale in previsione della stagione 2017 quali la costituzione di rappresentative Regionali che parteciperanno ai Campionati Italiani Strada e Pista, e per quest’ultimo settore con la possibilità di estendere l’iniziativa alle prove internazionali.

Dal lato organizzativo è stata presentata alle società la possibilità di prevedere all’interno delle varie manifestazioni la stesura di una classifica dedicata agli atleti di seconda serie, classificazione istituita in Lombardia in accordo con gli Enti di Promozione Sportiva, che in molte parti della Regione e nelle Regioni limitrofe riscuote notevole successo di interesse e partecipazione.

E’ stata comunicata ad atleti e società organizzatrici la modifica del format delle partenze delle gare, che verranno suddivise in JMT/ELMT/M1/M2/M3/M4 per quanto riguarda la prima fascia d’età e in M5/M6/M7/M8/Donne per quanto riguarda la seconda fascia.

Sono quindi state accorpate le categorie dei 17/18 anni e dei 45/49 anni a quelle dei più giovani, così da rinfoltire il gruppo per questa fascia d’età troppo impoverita dal divieto di tesseramento per gli ex agonisti inserito nella normativa etica in vigore dal 2014, e che sarà oggetto di attenzione a cura della struttura Nazionale per valutare eventuali modifiche.

Per quanto riguarda il rapporto con gli Enti di Promozione è stato ribadita la collaborazione instaurata con l’Assise Lombarda che nel 2017 vedrà allargarsi l’offerta di Campionati Regionali condivisi: oltre al confermato ed in forte crescita Campionato Assoluto su strada, vedranno la luce un Regionale Assoluto su pista, uno per la montagna, uno per la MTB e uno per la cronometro a coppie in prova unica a Morimondo (MI) a cura del locale Rotary Club presieduto da Stefano Speroni.

Sul fronte dell’accordo per la seconda serie, nella prossima settimana si terrà un importante incontro con gli Enti/FCI operanti in Piemonte, per valutare l’allargamento dell’iniziativa comune a tutta la Regione Piemonte, oltre alle zone di confine con la Lombardia già coinvolte nell’iniziativa.

Per quanto riguarda il settore cicloturismo, è stato proposto il cambio di denominazione del Trofeo Lombardia in Campionato Regionale, così da dare un’etichetta più ufficiale alle iniziative storiche già in atto.

E’ stato proposto l’inizio dello studio di fattibilità per l’istituzione di un Campionato Regionale riservato alle randonnée, che per il 2017 vedrà la semplice raccolta dati, per poi entrare a regime nel 2018 con le modalità che scaturiranno della sperimentazione.

Nel settore dello scatto fisso verrà istituito il Campionato Lombardo in via sperimentale, in modo da poter poi proporre alla struttura centrale l’istituzione nel 2018 dell’analoga iniziativa su scala Nazionale.

Sono poi stati presentati i calendari 2017 che sono consultabili nell’apposita sezione di www.amatorilombardia.it che vedranno un lieve incremento di manifestazioni rispetto alla passata stagione, con l’organizzazione di nuove gare e purtroppo l’uscita di scena di altre per vari motivi, primo fra tutto la situazione economica che in alcuni casi farà mancare la sponsorizzazione di eventi svolti nel 2016.

In chiusura di serata, direttamente da Roma ha fatto visita a quella che rimarrà la sua casa Gianantonio Crasafulli proveniente direttamente dal Consiglio Federale tenutosi a Roma, che ha relazionato la sala sulle decisione assunte poche ore prima, prima fra tutte la decisione di cercare una nuova organizzazione per il Campionato Italiano della montagna, vista la revoca data all’organizzatore precedentemente designato: la speranza/obiettivo è quella di portare tale manifestazione in Lombardia dove non mancano le professionalità adatte a tale scopo.

La serata si è conclusa con l’augurio di un anno pieno di successi formulata dalla nuova Commissione a tutto il movimento Federale Lombardo

Scarica qui la presentazione in formato PDF

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi.