Berzo Demo (BS) 12 Agosto 2018

Berzo Demo (BS), 14 Agosto 2018

Seconda prova del Trofeo dello Scalatore Lombardo a Berzo Demo (BS)

Questa mattina si è svolta in quel di Berzo Demo, in provincia di Brescia, la seconda prova ciclistica valevole per il Trofeo dello Scalatore Lombardo, che a fine settembre assegnerà le maglie di Campione Regionale al termine delle sei prove in programma.
La gara era inoltre valevole come seconda prova del circuito delle salite Camune denominato “GPM Camuno”.
La manifestazione é stata organizzata dalla società Gnani Bike Team del presidente Gnani Enzo, con il prezioso supporto di numerosi volontari dislocati lungo tutto il percorso a presidio degli incroci.
Al nastro di partenza si sono schierati 80 partenti pronti a darsi battaglia lungo la salita che collega il Comune di Berzo Demo alla località “Plot Campana” in comune di Saviore dell’Adamello, dove era dislocato lo striscione d’arrivo completo di display con i tempi del cronometraggio elettronico.
Purtroppo quest’anno non è stato possibile arrivare in loc. “Fabrezza”, in quanto la sede stradale, a causa delle forti precipitazioni che si sono abbattute sull’alta Vallecamonica nella serata di domenica 5 agosto, è stata interessata da uno smottamento franoso.
Gli organizzatori, di conseguenza, hanno dovuto modificare il punto di arrivo della corsa, accorciando il percorso di circa 1,5 km.
La salita che hanno affrontato gli atleti, in una splendida giornata, presentava una lunghezza di circa 13,5 km con una pendenza media del 7 %, con punte al 12% ed un dislivello totale di oltre 1000 Mt.
Il tracciato di gara ha attraversato tre dei quattro comuni della Valle di Saviore: partenza da Berzo Demo, passaggio per Cevo e arrivo a Saviore dell’Adamello. Qui, a fine gara, i partecipanti hanno potuto ristorarsi con un abbondante Pasta Party prima delle premiazioni finali, che si sono svolte alla presenza dell’Assessore allo sport Boldini Matteo.

Vincitore assoluto con il tempo di 38′ 43″ è stato Bonanomi Stefano della società ASD Team MP FIltri.
Nel settore femminile vincitrice assoluta con il tempo di 45′ 47″ è risultata essere Gandini Sabine Del TEAM Lapierre-Trentino.

I vincitori delle singole categorie sono risultati:
– Categoria unica Woman: Gandini Sabine del Team Lapierre – Trentino;
– Categoria Junior Sport: Rosa Patrik del Team Vertical Sport KTM;
– Categoria Elite Sport: Baccanelli Roberto della Gnani Bike Team;
– Categoria Master 1: Bonanomi Stefano della A.S.D. Team MP Filtri;
– Categoria Master 2: Gnani Enzo della Gnani Bike Team;
– Categoria Master 3: D’Antonio Massimo della Gnani Bike Team;
– Categoria Master 4: Fenaroli Diego della Isolpi Racing Team;
– Categoria Master 5: Vaira Claudio della A.S.D. Sellero Novelle;
– Categoria Master 6: Niglia Michele del Sprint Bike Lumezzane A.;
– Categoria Master 7: Ghirardelli Lorenzo della ASD Team Bardy;
-Categoria Master 8: Gialdini Ruggero del Società 77 Guidizzolo;

Con un grande plauso all’organizzazione si chiude così la seconda prova dello Scalatore Lombardo, manifestazione amatoriale targata Federciclismo Lombardia.
È solo un arrivederci a tutti gli appassionati delle gare in salita a domenica 19 agosto, sempre in Vallecamonica: nel comune di Edolo (BS) andrà in scena la terza prova organizzata dalla Società Polisportiva Edolese.

Fabio Fabiani

Ordini d’Arrivo Berzo-Fabrezza

Classifica Generale Trofeo dello Scalatore FCI 2018

Classifica Generale Gran Premio Salite Camune 2018

Berzo Inferiore (BS) Campionato Italiano della Montagna

Berzo Inferiore (BS)

Era un successo annunciato ed è andato oltre le più rosse previsioni, quello andato in scena da Berzo Inferiore al Passo Croce Domini in Val Camonica, nella gara che assegnava i titoli tricolori FCI della Montagna, magistralmente organizzato dal Cycling Team Valgrigna di Gabriele Feriti e del referente territoriale FCI Fabio Fabiani.

La società Camuna non ha lesinato gli sforzi e ha mandato inscena un’edizione del tricolore della montagna che verrà ricordata a lungo, valida oltre che per l’assegnazione delle maglie di Campione Nazionale, anche come prima prova del Trofeo dello Scalatore Lombardo che a fine Settembre assegnerà le maglie di Campione Regionale al termine delle sei prove in programma, e altresì valida come prima prova del Gran Premio delle Salite Camune, challenge articolato su quattro gare.

Alla presenza del Consigliere Nazionale Gianantonio Crisafulli e agli ordini del Direttore di Corsa Fiorenzo Nava, si sono sfidati sulle dure rampe del Passo Camuno oltre 150 atleti, stabilendo così il record di partecipazione per la gara Bresciana, e forse anche per questo tipo di manifestazioni.

Ad attendere gli atleti alla partenza, una scenografia ed un’organizzazione degna di una gara professionistica, con tanto di tabellone per il foglio firma, sulla scorta di quello utilizzato nelle gare Pro-Tour, striscioni pubblicitari su ogni tornante dei venti chilometri di salita, cronometraggio elettronico dei tempi impiegati, arrivo con portale e display dei tempi , transennatura vera degli ultimi trecento metri di gara, sontuoso rinfresco all’arrivo e pasta party prima delle ricchissime premiazioni che hanno assegnato le maglie tricolori ai vincitori.

La salita che assegnato le maglie bianco rosso verdi, da Berzo Inferiore al Passo Croce Domini, si sviluppa su una lunghezza di circa 20 chilometri con una pendenza media del 7,7%, punte al 13 ed un dislivello totale di oltre 1600 Mt, per arrivare ai 1895 metri di altitudine del Passo, come dire: una salita vera che ha gratificato gli appassionati della montagna.

Vincitore assoluto ed autore del record della scalata con il tempo di 1h4’11” è stato Stefano Bonanomi, che si è ripreso il record della gara sottrattogli lo scorso anno da Mattia Bertelli.

Nel settore femminile vincitrice assoluta con il tempo di 1h22’21” è risultata essere Simona Massaro.

Si sono laureati Campioni Italiani della Montagna 2018 Andrea Ghislanzoni (Team Trapletti La Pace) fra gli EliteMasterSport, Stefano Bonanomi (Team MP Filtri) fra i Master1, Davide Dentella (Bycicle Team) far i Master 2, Andrea Colombo (Ciclistica Seregno) fra i Master 3, Diego Fenaroli (Isolpi Racing Team) fra i Master 4, Tarcisio Linardi (Carina Brao Caffè) fra i Master 5, Paolo Giovanni Previtali (Team Breviario) fra i Master 6, Ivano Soletti (Team Extreme) fra i Master 7, Alois Vigl (Carina Brao Caffè) fra i Master 8, Bianca Balzarini (Pol Edolese) fra le ragazze EliteWomanSport e Woman 1 e Simona Massaro (Bicistore Cycling Team) fra le Woman 2.

Con un grande plauso all’organizzazione si chiude così l’ennesima grande manifestazione amatoriale targata Federciclismo Lombardia, che risponde con grandi fatti alle troppe parole al vento gettate da pseudo organizzatori che, pensando di essere il meglio in circolazione, continuano a gettare fumo negli occhi di chi ha la sana passione per la bicicletta, lucrando proprio sulle loro spalle: Federciclismo ed i suoi organizzatori al contrario, pensano a mandare in scena solo gare organizzate secondo i sacri crismi di legge, garantendo ai propri simpatizzanti manifestazioni di altissimo livello che si svolgono nella massima sicurezza anche se ciò vuol dire grande esborso economico, che regolarmente fa terminare i bilanci delle manifestazioni in perdita, ripianata poi dagli sponsor o dagli organizzatori stessi, il cui obiettivo non è il ritorno economico, ma la soddisfazione di organizzare qualcosa che gratifichi la platea dei partecipanti.

Un grande plauso al Cycling Team Valgrigna per il lavoro svolto.

Scarica qui le classifiche della gara

Scarica qui la classifica del Trofeo dello scalatore

Per le foto qui sotto contattare Aimo Barattieri all’indirizzo aimobarattieri@gmail.com

Legnano (MI) 23-24 Giugno 2018 Campionati Italiani Strada FCI

Legnano, 24 Giugno 2018

Si sono conclusi a Legnano (MI) i Campionati Italiani Strada, kermesse su due giorni che ha assegnato le maglie tricolori più ambite, quella della prova unica su strada.

La manifestazione tricolore tornava in Lombardia dopo oltre tre lustri, e per la sua realizzazione la Struttura Amatoriale FCI della Lombardia deve un grande ringraziamento all’ US Legnanese tutta,  e a Gianni Dolce in particolare che ha saputo coinvolgere la sua società in questa avventura, che per l’occasione era valida anche per l’assegnazione della “98° Targa d’Oro città di Legnano”.

L’idea di riportare il tricolore in Lombardia è nata fin dall’insediamento del nuovo Comitato Regionale Lombardo guidato da Cordiano Dagnoni, ha iniziato a prendere forma in occasione dei Campionati Italiani 2017 a Monte Urano (FM) e si è concretizzata grazie alla disponibilità di una delle società storiche Nazionali, la US Legnanese, organizzatrice della mitica Coppa Bernocchi per professionisti, che a Settembre  celebrerà la sua 100° edizione: proprio questo evento ha fatto da traino alla sfida tricolore Master, infatti la prova Nazionale è stata inserita negli eventi celebrativi del Centenario della gara Professionistica, di cui è stata la degna anteprima.

Il supporto della Struttura Nazionale con a capo il Consigliere Federale Gianantonio Crisafulli ed il responsabile Nazionale Renzo Pizzolato, è stato decisivo per l’assegnazione della rassegna tricolore a Legnano, ed a loro va il ringraziamento particolare della Lombardia.

Il folto numero di partecipanti oltre 380, ha dimostrato come il settore in ambito FCI sia più vivo che mai, e sia in continua e rapida espansione: ricordiamo che la prova tricolore è l’unica dell’anno riservata ai tesserati Federciclismo, cosa che quindi rende ancor più significativo l’elevato numero di atleti al via, ed è la dimostrazione che quando si organizza un certo tipo di gare in territori dall’elevata cultura ciclistica, il successo è assicurato.

Federciclismo Lombardia proprio nell’ottica di consolidare lo sviluppo del settore, negli ultimi anni ha intrapreso tutta una serie di iniziative per gratificare tutti coloro che credono nel Mondo FCI, stando vicina chi si cimenta nell’organizzazione delle varie manifestazioni sul territorio Regionale, ed agli atleti tesserati: per loro la Commissione Regionale ha creato una Rappresentativa che da ormai un paio di anni partecipa ai Campionati Italiani su strada in forma ufficiale, che nel 2017 ha partecipato ai Campionati Europei su pista di Roubaix (F) e che non più tardi di venti giorni orsono ha partecipato al Giro d’Italia Amatoriale svoltosi in Molise, sempre con eccellenti risultati, senza però dimenticare il vero significato della parola “amatoriale”, primario scopo di queste iniziative volte si alla conquista dei risultati sportivi, senza però tralasciare l’aspetto ludico e di puro divertimento che questa categoria DEVE avere.

Tutto ciò per zittire tutta la platea di praticoni e malpensanti che negli ultimi decenni hanno pensato bene di distruggere l’immagine Federale in ambito amatoriale, per mero interesse economico personale, a tutti loro va un grande ringraziamento da parte della Struttura Amatoriale FCI, senza il loro pungolo forse non si sarebbe arrivati a questi risultati!

Venendo la lato agonistico, che in questo tipo di manifestazioni è quello principale, la prova Legnanese è stata suddivisa su quattro gare disputate in due giorni.

La prima prova a prendere il via è stata quella riservata ai Master 5 e ai Master 6, con oltre 120 atleti al via: il percorso filante e senza particolari asperità ha favorito una media altissima, che ha fatto emergere i migliori del lotto: subito all’attacco Emanuele Motta della Rappresentativa Lombarda e Giuseppe Ravasio (Team Breviario).

Vengono raggiunti a una ventina di chilometri dal traguardo ad altri otto contrattaccanti, ed il gruppetto che così si forma va a giocarsi le maglie tricolori in palio.

Vince la gara e si laurea Campione Italiano per la categoria Master 5 Gianluca Liber (Sant Luis Zen), in seconda posizione si piazza Agostino Durante (Il Team Pinarello) che si veste di tricolore per i Master 6 .

Ottime le prestazioni degli atleti facenti parte della squadra ufficiale Lombarda che salgono sul podio di categoria con Emanuele Motta, e ottengono ottimi piazzamenti con Gianluca Londoni e Fabio Polinelli, rispettivamente sesto e decimo nei Master 5 e con Luigi Filippazi sesto nei Master 6.

La seconda gara di Sabato era riservata alle categorie Master 3 e Master 4 con oltre 100 partenti, ed anche qui il ivello agonistico è stato di prim’ordine:

vanno all’attacco quattro atleti che per gran parte della contesa tengono in scacco il gruppo.

Nel finale due dei quattro fuggitivi restano in avanscoperta Alfonso D’Errico (Team Levante) e Giovanni Spatti della Rappresentativa Lombarda, entrambi Master 3 che giungono nell’ordine al traguardo, con D’Errico che si laurea Campione Italiano.

Nei Master 4 la vittoria va a Jarno Stanchieri (Amici della Bici Team Battistini) che al traguardo precede Marcello Tota(System Cars).

Anche in questa gara la Rappresentativa ufficiale della Lombardia si è difesa più che onorevolmente ottenendo come detto la piazza d’onore con Spatti, il settimo posto con Andrea Colombo e il decimo con Angelo Sposito nei Master 3, e il sesto posto nei Master 4 con Gianluca Piazzai, responsabile del settore strada del Comitato regionale Lombardo.

La seconda giornata di gare, Domenica 24 Giugno, si è aperta con la sfida riservata agli atleti più esperti, ed alle donne con una cinquantina da partecipanti al via.

In questa gara si è assistito al dominio assoluto di Stefano Lucianer, un Master 7 del team ABICI, che è andato all’attacco solitario una decina di chilometri dopo il via, e non è più stato raggiunto, precedendo al traguardo il compagno di colori Roberto Grisenti ed il Lombardo Gabriele Gervasoni.

Nei Master 8 la vittoria è andata al Lombardo Mario Gasparetto (Pedale Senaghese) che ha preceduto al traguardo Aldo Gabrielli.

Per le donne della categoria EliteWomanSport il successo è andato a Azzurra D’Intino (Team Go Fast), per le Woman 1 la vincitrice è risultata essere Elena Barbagli (Ciclistica Senese) e per le Woman 2 Campionessa d’Italia è stata proclamata Lavinia Palazzo (Team Fausto Coppi Fermignano).

Ultima gara in programma, quella più prestigiosa, è stata quella riservata alle categorie più giovani, ovvero gli EliteMasterSport, i Master 1 e i Master 2 con un centinaio da partenti.

Prima di metà gara, disputata sulla distanza totale di 105 Km, vanno all’attacco tre atleti: Antonello Tirabassi (Team Levante), Gabriele Benedetti (Villafranca) e Roberto Faroni (System Cars).

Quest’ultimo ad una quindicina d chilometri dal traguardo viene raggiunto dal gruppo, dal quale nel frattempo fuoriescono i Lombardi Mattia Boschelli (Team Breviario) e Riccardo Panizza (Team Comobike), che una volta raggiunti i due fuggitivi della prima ora giungono al traguardo, con Panizza che fa valere il suo spunto veloce e si aggiudica il titolo tricolore nei Master1, precedendo al traguardo Tirabassi che si laurea Campione d’Italia fra i Master2.

Ad una ventina di secondi dai primi due il Lombardo Fabio Fadini (Team Morotti) vince la maglia tricolore fra gli EliteMasterSport anticipando di un niente l’atleta della Rappresentativa Lombarda Nathan Pertica.

In chiave Rappresentativa Lombarda, oltre alla medaglia d’argento di Pertica, sono da registrare i piazzamenti di Andrea Mantovani, sesto fra gli EliteMasteSport, il quinto ed il decimo nei Master 2 rispettivamente di Daniele Riccardo e Cristian Coladangelo.

Il bilancio finale della Rappresentativa Lombarda può così contare su due medaglie d’argento oltre una medaglia di bronzo e a nove piazzamenti nei primi dieci degli atleti selezionati.

In conclusione a Legnano si sono svolte due belle giornate di grande ciclismo amatoriale targato FCI, con un’organizzazione degna di una gara professionistica, grazie a tutti i componenti della US Legnanese ed alla loro grande competenza in materia: l’obiettivo della Struttura Lombarda FCI è quello che questa esperienza non resti isolata, ma sia il primo passo di una lunga e fruttuosa collaborazione, sono infatti allo studio altre iniziative per il 2019 che potrebbero sfociare in una manifestazione ancor più prestigiosa che possa coinvolgere anche altre realtà organizzative della Regione, per proporre a chi vorrà dare fiducia a Federciclismo qualcosa di strabiliante.

Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile tutto ciò, a partire dalla US Legnanese, al Consigliere Federale Gianantonio Crisafulli, al responsabile SAN Renzo Pizzolato, al Comitato regionale FCI, al suo presidente Cordiano Dagnoni, a tutti i Consigliere Regionali e a tutti i preziosi componenti della Struttura Amatoriale Lombarda!!!!!

Scarica qui le Classifiche Sabato 23 Giugno

Scarica qui le Classifiche Domenica 24 Giugno

Giussano (MB) 17 Giugno 2018

Giussano (MB), 17 Giugno 2018

Si è disputato a Giussano (MB), con la regia del Team 2 Ruote di patron Rotunno e di Stefano Ferrone, il 1° Trofeo DueRuoteBikeCaffè valevole come prova unica di Campionato Lombardo su strada per gli atleti tesserati con la Federciclismo, e nell’occasione anche come selezione per la Rappresentativa Lombarda, che il prossimo weekend, giocando in casa, tenterà l’assalto alle maglie tricolori in palio a Legnano (MI).

Grande lo sforzo organizzativo messo in campo dal Team Giussanese, che per l’occasione si è avvalso della collaborazione di ben 10 moto di scorta tecnica, oltre agli agenti delle moto della Polstrada e della vigilanza Comunale dei territori toccati dalla manifestazione, per una competizione che si è snodata sui saliscendi della Brianza, in un territorio che purtroppo sta diventando sempre meno bike-friendly, vista l’enorme mole di traffico che si muove su quelle strade la domenica, e che non pochi grattacapi ha creato alla carovana ciclistica.

Il percorso impegnativo se pur non impossibile, ha fatto emergere i migliori del lotto, che si sono dati grande battaglia in entrambe le gare disputate.

Primi a partire, come di consueto, sono stati gli atleti più maturi, e qui si è assistito ad un vero e proprio show del neo Campione Italiano di mediofondo, Emanuele Motta (DT Bianchi) un Master5 che è giunto solo al traguardo, anticipando due atleti reduci dal Giro d’Italia Amatori: Giuseppe Ravasio ( Team Breviario) e Gianluca Londoni (System Cars), entrambi Master5.

Nelle restanti categorie in gara, il successo è andato all’atleta di casa Luigi Filippazzi 8Team 2 Ruote) nel Master6 e a Ivano Soletti (Team Extreme) nei Master7/8/Donne.

Seconda gara al via, quella dei più giovani, con un drappello di otto atleti che hanno messo in scacco il resto della compagnia: la vittoria assoluta è andata a Maurizio Anzalone (System Cars) che si è così aggiudicato la vittoria nei Master1.

Secondo all’arrivo e primo fra i Master3 si è classificato Massimiliano Bellaria (SpeedWheelTeam).

Nelle restanti categorie la vittoria ha arriso a Cristian Corti (Cellar Team) fra gli EliteMasterSport, a Gianmario Rovaletti (System Cars) fra i Master2 e a Luca Ripamonti (SpeedWheelTeam) fra i Master4.

In virtù dei risultati ottenuti, si sono così laureati Campioni Regionali su Strada Andrea Mantovani (Car Is Over) fra gli EliteMasterSport, Maurizio Anzalone (System Cars) fra i Master1, Gianmario Rovaletti (System Cars) far i Master 2, Niky Giussani (Team Marville) fra i Master 3, Marcello Tota (System Cars) fra i Master 4, Emanuele Motta (DT Bianchi) fra i Master 5, Luigi Filippazzi (Team 2 Ruote Giussano) fra i Master 6, Ivano Soletti (Team Extreme) fra i Master 7 e Oreste Sacchi (Spreafico) fra i Master 8.

Questi atleti sono stati convocati, salvo loro rinuncia, per i Campionati Italiani Strada di Legnano dove insieme ad altri atleti scelti, anche fra i reduci del Giro d’Italia, dal responsabile del settore strada Gianluca Piazzai difenderanno i colori della Lombardia nella gara tricolore.

La prova Giussanese era valida come 4° tappa dell’ dell’8° Giro di Lombardia-Challenge System Cars-Claudio Chiappucci- Mem Londoni : dopo la gara brianzola indossano la casacca da capoclassifica Cristian Meroni (Ceramiche Lemer) fra gli EliteMasterSport e Master1, Daniele Riccardo (System Cars) nei Master2, Andrea Colombo (Ciclistica Seregno) fra i Master3, Alberto Barzetti (Trabattoni Calzature) fra i Master4, Emanuele Motta (System Cars) fra i Master5, Ferruccio Martinelli (Team Breviario) nei Master6 e Bruno Borra (Maleo ASD) fra i Master7/8/Donne.

Oltre al Giro di Lombardia, la prova di patron Rotunno e Ferrone era valevole anche come 2° tappa del Giro della Brianza, che dopo la gara Giussanese vede al comando Cristian Corti (Cellar Team) fra gli EliteMasterSport e Master1, Daniele Riccardo (System Cars) nei Master2, Andrea Colombo (Ciclistica Seregno) fra i Master3, Massimiliano Frusconi (Team Marville) fra i Master4, Giovanni Dolce (Legnanese) fra i Master5, Ferrante Galmozzi (System Cars) nei Master6 e Ivamo Soletti (Team Extreme) fra i Master7/8/Donne.

Prossimo appuntamento targato FCI Lombardia, sarà il Campionato Italiano Strada che torna in Regione dopo una ventina d’anni, e che fra Sabato 23 e Domenica 24 assegnerà le maglie Tricolori di specialità, e che vedrà al via la Rappresentativa Regionale voluta dal Presidente Cordiano Dagnoni, dal Consiglio Regionale Lombardo della FCI con in testa il Referente Fabio Alberti e dal Responsabile della Struttura Amatoriale Gianluca Londoni, per dare un segno forte al Mondo amatoriale del cambio di passo operato in Federciclismo verso questa categoria, per troppo tempo trascurata facendo così prosperare organizzazioni improvvisate, che troppo spesso si ergono a nuovi messia del ciclismo.

Scarica qui gli ordini d’arrivo della gara di Giussano

Scarica qui la classifica del Giro di Lombardia aggiornata dopo la 4° prova

Scarica qui la classifica del Giro della Brianza dopo la 2° prova

Autodromo di Monza (MB) 9 Giugno 2018

Monza (MB), 9 Giugno 2018

Grande successo di partecipazione per il Trofeo Festival dello Sport organizzato da Scatto Fisso Crew di Enrico Biganzoli, valevole come 1° Tappa del Giro della Brianza By System Cars e come 3° tappa del Giro di Lombardia, con oltre trecento atleti al via, suddivisi nelle canoniche due gare, disputate ad oltre 45 km/h di media.

Nello scenario del Festival dello Sport organizzato dal Comune di Monza all’Autodromo Nazionale, dove durante le giornate di sabato 9 e domenica 10 giugno le associazioni sportive cittadine hanno dato vita a dimostrazione delle varie discipline, gli atleti suddivisi nelle varie categorie amatoriali hanno dato grande spettacolo, dando vita a due gare caratterizzate dalle alte velocità, favorite dal tracciato filante, uno dei più veloci nel circus della Formula1.

Due le gare in programma, partite a breve distanza una dall’altra visto il breve lasso di tempo nel quale la pista è stata lasciata libera dagli altri sport.

I vincitori di giornata che hanno anche indossato le prime maglie di leader del Giro della Brianza (articolato su cinque prove) sono risultati essere Cristian Corti (Cellar Tredici) fra gli JMT/ELMT/M1, Daniele Passi(Team JollyWear LNC) fra i Master2, Cristiano Parrinello (Cicli Chiodini) fra i Master3, Gianluca Moreni (Mata Team) fra i Master 4, Paolo Andrea Alberti (Mino Denti) fra i Master5, Luciano Olmi (Team Bianchi Zanzariere) fra i Master6 e a Giuliano Barboni (Asnaghi) fra i Master7/8/Donne.

Per quel che concerne la classifica dell’8° Giro di Lombardia-Challenge System Cars-Claudio Chiappucci- Mem Londoni , dopo la gara monzese indossano la casacca da capoclassifica Roberto Ciceri (Team 2 Ruote Giussano) fra gli EliteMasterSport e Master1, Francesco Vitrani (Polisportiva Besanese) nei Master2, Andrea Colombo (Ciclistica Seregno) fra i Master3, Alberto Barzetti (Trabattoni Calzature) fra i Master4, Giovanni Dolce (Legnanese) fra i Master5, Ferruccio Martinelli (Team Breviario) nei Master6 e Bruno Borra (Maleo ASD) fra i Master7/8/Donne.

Prossimo impegno targato FCI Lombardia sarà il Campionato Regionale su strada in programma domenica 17 Giugno a Giussano (MB) con la regia organizzativa del team 2 Ruote Giussano di patron Rotunno e Ferrone, che oltre ad assegnare le maglie regionali FCI, fungerà anche da selezione per la Rappresentativa Regionale che difenderà i colori della Lombardia ai Campionati Italiani Strada di Legnano (MI) nei giorni 23 e 24 Giugno prossimi.

Scarica qui le classifiche della gara di Monza(MI) del 9 Giugno 2018

Scarica qui la classifica del Giro di Lombardia aggiornata dopo la 3° prova

Scarica qui la classifica del Giro della Brianza dopo la 1° prova

 

Giro d’Italia Amatori Montenero di Bisaccia (CB) 1-3 Giugno 2018

Milano,

si è conclusa positivamente la trasferta della Rappresentativa Lombarda FCI al Giro d’Italia Amatori 2018, svoltosi in tre giornate dall’1 al 3 Giugno in quel di Montenero di Bisaccia (CB).

Il Team Lombardo, nato lo scorso anno per volontà di Gianluca Londoni, responsabile di settore in ambito FCI Lombardia, col prezioso supporto del Consiglio Regionale FCI guidato dal Presidente Cordiano Dagnoni e da tutto il suo staff, si è distinto nell’impegnativa prova a tappe con i suoi sette atleti convocati, rendendo onore alla manifestazione di patron Fabio Zappacenere che ha fortemente voluto la partecipazione della squadra Lombarda.

Gli atleti convocati dal Responsabile del settore Strada Gianluca Piazzai hanno ottenuto numerosi piazzamenti sia nelle tre tappe in programma che nella classifica generale, al cospetto di atleti forti e preparati giunti in Molise da tutta Italia: al Giro Amatoriale hanno infatti partecipato società Siciliane, Campane, Molisane, Umbre, e di numerose altre Regioni.

Si parte Venerdì 1 Giugno con una prova in circuito incentrata su di un impegnativo circuito di tredici chilometri da ripetere cinque volte, caratterizzato da una salita di un paio di chilometri al sei percento di pendenza, che sin dal primo giro ha messo in luce i migliori elementi del gruppo: gli atleti Lombardi hanno ottenuto un terzo posto assoluto con Giuseppe Ravasio, un quinto con Gianluca Londoni, un sesto con Enrico Pezzetti, oltre ad altri ottimi piazzamenti con Gianluca Piazzai, Massimo Millerio, Manuel Reccia e con il corridore di casa, essendo originario proprio delle zone nelle quali si è svolta la manifestazione, Cristian Coladangelo.

La seconda tappa era una cronometro di tredici chilometri con partenza dal mare ed arrivo a Montenero dopo un continuo saliscendi che terminava al culmine di una rampa di oltre un chilometro con pendenze fino al dodici percento: Giuseppe Ravasio si riconferma sul podio assoluto col secondo tempo, e Gianluca Londoni conquista la quinta piazza assoluta, quarta di categoria con Enrico Pezzetti ottavo.

Domenica 3 Giugno si è celebrata la chiusura della prova con la tappa in linea di sessanta chilometri incentrata su due passaggi dal paese di Petacciato, al culmine di una salita pedalabile di sette chilometri col primo passaggio valido come GPM e l’arrivo sempre nel centro di Montenero con la sua arcigna rampa finale.

Anche qui gli atleti Lombardi si sono ben distinti con Giuseppe Ravasio quarto e Gianluca Londoni quinto e Massimo Millerio quattordicesimo.

Alla luce dei piazzamenti ottenuti nella classifica delle varie categorie, gli atleti Lombardia hanno ottenuto il secondo posto con Giuseppe Ravasio, il quarto con Gianluca Londoni, che malgrado la rincorsa attuata nell’ultima tappa nella quale ha recuperato quasi un minuto al suo diretto avversario, ha mancato il podio per una ventina di secondi, l’ottavo con Manuel Reccia, il sesto con Gianluca Piazzai ed il quinto con Massimo Millerio.

L’esperienza è stata sicuramente positiva ed ammirata dagli altri Team presenti, fra i quali la squadra dell’Esercito e quella dei Vigili del Fuoco, sicuramente le più numerose.

Un grazie va a Patron Zappacenere che ha voluto la Lombardia al via in forma ufficiale, al Comitato Regionale Lombardo FCI sempre all’avanguardia Nazionale nel proporre nuove iniziative e a tutti i ragazzi convocati che hanno dato il meglio ed onorato la maglia Lombarda.

Il prossimo appuntamento per la squadra ufficiale della Lombardia sarà in casa, in occasione dei Campionati Italiani su Strada in programma nei giorni 23 e 24 Giugno a Legnano (MI) in occasione del centenario della Coppa Bernocchi per professionisti.

Scarica qui le Classifiche di Tappa e la Generale Finale

La Lombardia al giro d’Italia Amatori

Milano 28 Maggio 2018

Ci sarà anche la rappresentativa regionale lombarda al via della settima edizione del Giro d’Italia Amatori che si terrà da venerdì 1 a domenica 3 giugno a Montenero di Bisaccia e nel comprensorio della provincia di Campobasso.
Nata lo scorso anno in occasione dei campionati italiani master di Monte Urano, per iniziativa di Cordiano Dagnoni, presidente del comitato regionale Lombardo della Federazione Ciclistica Italia, e Luca Londoni, responsabile della commissione amatoriale regionale, la selezione regionale partecipò anche ai campionati europei pista di Roubaix e quest’anno oltre al Giro d’Italia Amatori parteciperà anche al tricolore strada di Legnano.
A difendere i colori della rappresentativa saranno sette tra i più blasonati ciclisti master. Cristian Coladangelo, Massimo Millerio, Manuel Reccia, il campione europeo pista Giuseppe Ravasio, oro nella corsa a punti e bronzo nello scratch, oltre al titolo italiano conquistato nello scratch e due argenti, nella velocità team e corsa a punti. Ravasio vanta anche diversi al tri titoli conquistati durante gli anni dell’attività svolta fra i quali un titolo Iridato.
Gianluca Piazzaii responsabile dell’attività su strada in seno al comitato regionale lombardo. Enrico Pezzetti ex campione italiano allievi e juniores, Gianluca Londoni campione italiano 2006, vincitore in carriera di un titolo Iridato su strada, di tre Campionati Europei oltre ad altre sette maglie tricolori nelle varie specialità.
– Gianluca Londoni quali sono gli obiettivi che la rappresentativa lombarda si è prefissa di raggiungere al Giro d’Italia Amatori?
“Partecipiamo al Giro d’Italia Amatori con il chiaro intento di ben figurare centrando il successo in una o più delle tre tappe in programma e il successo in una delle fasce in cui sono suddivisi i partecipanti. Voglio ringraziare il patron del Giro, Fabio Zappacenere, per l’invito e il comitato regionale lombardo che ci permette di partecipare difendendo i colori della nostra regione. E’ una vetrina importante che sottolinea l’intento della Federazione Ciclistica, del consigliere federale Gianantonio Crisafulli e Renzo Pizzolato presidente della commissione Settore Amatoriale Nazionale, di continuare a promuovere l’attività amatoriale anche attraverso questi progetti”

Miko D’Amato

Parabiago (MI) 20 Maggio 2018

Parabiago (MI) 20 Maggio 2018

Bella giornata di sport quella andata in scena a Parabiago (MI), con la regia organizzativa di Paolo Nebuloni e la sua Libero Ferrario, una garanzia assoluta in fatto di organizzazione, che dovrebbe essere presa a modello da molti improvvisati, che per monetizzare qualche euro, non si fanno scrupoli nel far correre agli atleti rischi assurdi.

La prova di Parabiago nell’occasione, rivestiva una particolare importanza dal momento che assegnava le maglie del Campionato Lombardo Assoluto, al termine di quattro prove disputate sotto l’egida degli Enti di Promozione operanti in Lombardia e della Federciclismo, attraverso quattro provincie: Brescia, Pavia, Bergamo e appunto Milano, organizzate rispettivamente con la regia di CSI, CSAIN,ACSI  e FCI.

Alla premiazione finale hanno partecipato i responsabili regionali degli Enti organizzatori Elco Volpi per ACSI, Lugi Mantovani per CSAIN e Gianluca Londoni per la FCI Lombarda.

La classifica finale ha laureato Campioni Regionali Assoluti atleti di FCI, ACSI e CSI a testimonianza del crescente interesse che sta registrando questa iniziativa, che nelle intenzioni dei responsabili Regionali, a partire dal 2019 dovrebbe diventare l’unico titolo Regionale assegnato da FCI ed Enti, aumentando così esponenzialmente la propria importanza.

Si sono laureati Campioni Lombardi Assoluti Cristian Coladangelo  (System Cars FCI) nella fascia da 17 a 39 anni, Angelo Sposito (System Cars FCI) nella categoria da 40 a 44 anni, Miko Manzini (Team Stocchetti ACSI) nella categoria da 45 a 49 anni, Gianluca Londoni (System Cars FCI) nella fascia da 50 a 54 anni, Ferruccio Veschetti (Team Breviario FCI) nella categoria da 55 a 59 anni, Bruno Borra (Maleo ASD FCI) nella fascia da 60 a 64 anni, Mario Gasparetto (Pedale Senaghese FCI) nella categoria da 65 anni e oltre e Iryna Kuntsevich (Team Loda Millenium CSI) fra le donne.

Venendo alle classifiche di giornata di una gara onorata dalla partecipazione del Diablo Claudio Chiappucci, si registrano i successi di Andrea Annibale (Doctor Bike) fra gli JMT/ELMT/M1, Giovanni Nera (F.lli Giacomel) fra i Master2, Fabio Capra (Doctor Bike) fra i Master3, Davide Pertegato (Ceramiche Lemer) fra i Master 4, Ambrogio Romanò (System Cars) fra i Master5, Ferruccio Veschetti (Team Breviario) fra i Master6 e a Bruno Borra (Maleo ASD) fra i Master7/8/Donne.

Fra le società il successo finale è andato alla corazzata System Cars che ha preceduto la Legnanese, che a fine Giugno organizzerà il Campionato Italiano su Strada FCI, in terza posizione il Team Doctor Bike.

Altro titolo assegnato dal Trofeo Libero Ferrario è stato quello del Campionato Provinciale di Milano, le cui maglie sono state consegnate dal Consigliere Provinciale FCI Davide Broggi ad Andrea Mantovani (CarIsOver) fra gli JMT/ELMT/M1, a Michele Gangemi (Legnanese) fra i Master2, ad Angelo Sposito (System Cars) nei Master3, a Marcello Tota (System Cars) fra i Master4, ad Ambrogio Romanò (System Cars) nei Master5, ad Alberto Giudici (Legnanese) fra i Master6 e a Mario Gasperetto (Pedale Senaghese) fra i Master7/8/Donne.

La gara della cittadina Altomilanese era anche valida come seconda tappa dell’8° Giro di Lombardia-Challenge System Cars-Claudio Chiappucci- Mem Londoni : dopo la prova di Parabiago, risultano essere leader di classifica per le categorie previste Aldo Barone (ASD Rodman) fra gli EliteMasterSport e Master1, Francesco Vitrani (Polisportiva Besanese) nei Master2, Andrea Colombo (Ciclistica Seregno) fra i Master3, Alberto Barzetti (Trabattoni Calzature) fra i Master4, Ambrogio Romanò (System Cars) fra i Master5, Franco Rivoltini (Asnaghi) nei Master6 ed Elio Foglieni (Team Breviario) fra i Master7/8/Donne.

In conclusione a Parabiago si è vissuta una bella giornata di sport, che testimonia il clima di collaborazione che si è instaurato in Lombardia fra FCI ed Enti, che molti passi ha fatto fare al movimento, e che moltissimi altri ne dovrà far fare in futuro, per il bene degli atleti e di chi si cimenta con l’organizzazione delle gare, attività che deve necessariamente essere svolta nel pieno rispetto delle regole che normano la materia.

La terza tappa del Giro di Lombardia andrà in scena sull’anello stradale dell’Autodromo Nazionale di Monza il giorno 9 Giugno, con la regia organizzativa della Scatto Fisso Crew: prima però ci sarà un importante appuntamento per la Rappresentativa Lombarda, voluta e creata dalla Commissione Amatoriale FCI, che sarà impegnata nel Giro d’Italia Amatoriale in programma nei giorni 1/2/3 Giugno a Montenero di Bisaccia, grazie all’invito che l’organizzatore ha rivolto al Comitato Regionale, ed alla sensibilità dimostrata dal Consiglio Regionale Lombardo, rappresentato a Parabiago dal Vice Presidente Adriano Borghetti.

Un grande grazie va alla Libero Ferrario ed alla Famiglia Nebuloni con in testa il mitico Paolo!

Scarica qui le classifiche di giornata

Scarica qui la classifica Finale del Campionato Lombardo Assoluto Strada

Scarica qui le classifiche del Giro di Lombardia dopo la 2° prova

Campionato Lombardo Fixed, Biringhello di Rho 5 Maggio 2018

Grazie alla passione e all’impegno del Dott Cacciamani, del vice presidente Regionale FCI Adriano Borghetti e di tutta la loro società Ciclistica Biringhello, è andato in scena nella giornata di Sabato 5 Maggio il ” 2° TROFEO ‘SDC’ BIRINGHELLO CRITERIUM”, gara per gli specialisti delle bicilette a scatto fisso.
La gara svoltasi sull’impianto dove la società Rhodense alleva decine di piccoli atleti, permettendo loro di praticare il loro sport preferito lontano dai pericoli delle strade sempre più problematiche, assegnava nella sua seconda edizione i titoli di Campione Regionale per le categorie A e Donne.
Si sono così dati appuntamento nella cittadina della provincia di Milano i migliori esponenti del settore, che hanno dato vita ad un pomeriggio/sera di grande spettacolo, allietando i numerosi intervenuti con numeri di alta scuola ciclistica: è da rimarcare infatti che la guida di biciclette senza freni su tracciati stradali, è impresa non da poco e che richiede grande allenamento e specializzazione.
Il circo delle bici a scatto fisso sta sempre più prendendo piede e si sta sempre più espandendo, grazie anche al mix di sport e spettacolo che sempre accompagna gli specialisti del settore, e che rende queste manifestazioni dei veri e propri happening per gli appassionati delle due ruote.
La prova di patron Cacciamani è stata vinta dall’ Argentino Facundo Lezica ( T Red Factory Racing) nella categoria A maschile, da Marco Montina (Team Galbiati) nella categoria B Maschile  e da Arianna Coltro (Car Is Over) in quella femminile, al termine delle prove di qualificazione vinte dallo stesso Lezica per la categoria A, da Giacomo Scottini (Speedgang ASd) nella categoria B e dala Coltro per le donne, di cui peraltro era l’unica rappresentante al via, che ha così sfidato i colleghi uomini della categoria B, lasciandone peralaltro parecchi alle proprie spalle.
L’Argentino Facundo della T Red Factory Racing si è così laureato Campione Regionale Lombardo nel settore Fixed: il titolo femminile non è stato assegnato essando partita una sola atleta.
In conclusione un grand epaluso va a tutta la SC Birnghello per la manifestazione allestita, e per tutto quello che fa per il Mondo del ciclismo.

Scarica qui le Classifiche di giornata

 

Campionato Regionale Lombardo Cronocoppie FCI Morimondo (MI) 8 Aprile 2018

Morimondo (MI) 8 Aprile 2018

Con la regia organizzativa del Team Breviario, il Rotary Club di Morimondo capitanato da Stefano Speroni, ha mandato in scena per il quarto anno consecutivo la prova a cronometro riservata ai team formati da coppie di atleti, valida quest’anno come Campionato Regionale Lombardo per gli atleti tesserati alla Federciclismo.

Di prima mattina si sono dati appuntamento, a fianco della famosissima Abbazia di Morimondo, una quarantina di coppie per sfidarsi sull’arcigno tracciato disegnato fra le campagne della cittadina Milanese.

Un piccolo contrattempo nel cronometraggio non ha inficiato la prova degli atleti, che sul percorso battuto da un fastidioso vento a tratti contrario, hanno realizzato medie di tutto rispetto.

Vincitori delle cinque categorie per somma di età dei due partecipanti, sono risultati essere Deborah Vicenzetto e Marco Severa (Sanetti Sport) per la categoria mista, ovvero formata da almeno una componente del gentil sesso, Matteo Piazza e Valerio Nobili (Team FBR Elpo Bike) per la fascia fino ad ottanta anni, Fabio Corona e Carlo Sperati (Asd Sant’Angelo e Stemax Team) per la fascia da 81 a 100 anni, che hanno realizzato il miglior tempo assoluto.

Nella fascia da 101 a 120 anni la vittoria è andata alla coppia del Team Breviario formata dai Campioni Europei su pista Giuseppe Ravasio e Roberto Daddi e nell’ultima categoria in programma il successo è andato all’altra coppia del Team Breviario formata da Salvatore Toscano e Ferruccio Martinelli.

Le coppie Pasetti Mirna-Richard Colomdo (Team Mandello), Luca Mangiarotti-Mattia Boschelli (Team Breviario), Enrico Pezzetti (System Cars)-Alessandro Picco (Bike Delu Mapei), Giuseppe Ravasio-Roberto Daddi (Team Breviario) e Salvatore Toscano-Ferruccio Martinelli (Team Breviario) si sono laureate Campioni Regionali Lombardi della cronometro a coppie per i tesserati della Federciclismo.

Gli organizzatori sono stati onorati della presenza del Consigliere Nazionale Gianantonio Crisafulli e del Consigliere Regionale Fabio Alberti che ha consegnato le maglie ai vincitori.

Scarica qui le classifiche della cronometro