Ciao Massimo

Milano, 24 Aprile 2018

Ciclismo Lombardo in lutto per la perdita di Massimo Tola di 44 anni, forte atleta del Pedale Senaghese che ci ha improvvisamente lasciati Domenica 22 Aprile.

Massimo inizia a correre all’età di otto anni con il “Gruppo sportivo Andrea Costa di Novate”, per poi passare dopo un paio d’anni al Pedale Senaghese, dove dopo il termine della carriera agonistica era ritornato nella stagione corrente come amatore.

Lascia la compagna ed il figlio di undici anni, ai quali va il cordoglio e la vicinanza della Commissione Amatoriale Lombarda, del Comitato Regionale Lombardo della Federciclismo e di tutta la grande famiglia del Ciclismo.

Un grande abbraccio va alla famiglia e a tutto il Pedale Senaghese.

I funerali avranno luogo Martedì 24 Aprile alle ore 15 presso la chiesa Sacro Cuore di Limbiate in via Tito Speri.

Ciao Massimo

Gianni Pozzi

E’ mancato in data 17 Marzo 2016 Gianni Pozzi, indimenticato patron di alcune fra le più prestigiose formazioni dilettantistiche degli anni 70/80.

Fra i campioni che sono transitati nelle formazioni nero-arancio della Pozzi Ferramenta prima, nella System Holz poi e in numerosi team professionistici supportati dal vulcanico Gianni, vanno annoverati Giuseppe Saronni, lanciato nel mondo dei grandi dalla Pozzi Ferramenta, Claudio Corti iridato nel 1977 a San Cristobal in Venezuela con la maglia del team brianzolo, dove fra i professionisti si impose Francesco Moser, per continuare con Silvano Contini, Silvestro Milani, Carlo Pifferi e tanti altri.

I funerali si terranno sabato 19 Marzo alle ore 14.00 presso la parrocchiale di Giussano (MB).

6a17d3a4-843f-4f08-9013-2553a7824d80 Gianni Pozzi

Convegno Assise Lombarda 31 Gennaio 2016

Intesatazione Assise

ASSISE CICLISTICA LOMBARDA

 

Con la presente per invitarvi a partecipare ad un incontro che si terrà:

DOMENICA 31 GENNAIO 2016

Con inizio dalle ore 10.00 – termine previsto entro le ore 12.30

 

Presso la Sala Riunioni ubicata al piano terra del Palazzo CONI di Via Piranesi , 46.

 

Nel corso dell’incontro verranno presentate le principali fonti normative e sanitarie che debbono regolare l’organizzazione delle manifestazioni/competizioni ciclistiche, alla luce di recenti novità normative e regolamentari.

Il presente invito è esteso ai rappresentanti dei Comitati Provinciali e Regionali degli E.P.S.- F.C.I,   agli organizzatori di manifestazioni , alle società sportive ed anche agli atleti/tesserati.

L’incontro è organizzato dall’Assise Ciclistica Lombarda , “tavolo di confronto” tra F.C.I ed Enti di Promozione Sportiva , contiamo sulla Vostra presenza.

Nell’attesa di incontrarvi, cogliamo l’occasione per porgerVi gli auguri di un sereno anno nuovo .

ASSISE CICLISTICA LOMBARDA

 

Riunione Società Comitato Provinciale di Milano

Comitato Milano

Comitato Provinciale di MILANO

A: Società CP MI

CC: Consiglio Direttivo CP MI

Ogg.: Incontro Società – CP MI, Cambio sede

Milano, 7 Novembre 2015

Il Consiglio Direttivo del Comitato Provinciale di Milano invita tutte le società ad un incontro Sabato 14 Novembre, h.14:30, all’Oratorio Don Bosco”, Via Pio XI, N°36 a Carugate.

La nuova sede sostituisce quella precedente in Via Piranesi a Milano per indisponibilità sale da parte del CONI.

All’Ordine del Giorno:

Affiliazione e Tesseramento 2016le novità

Campionati provincialidate e luoghi

Campionati Regionalimodalità di selezione

Classifiche di rendimentoquali miglioramenti da apportare

Proposta per calendario2016

Milano-Hinterlandmodalità di svolgimento

Raduni CicloturismoCosa migliorare

Vi ringraziamo sin d’ora per la disponibilità che vorrete riservarci, e vi aspettiamo numerosi visti gli argomenti che contraddistingueranno la stagione 2016.

Cordiali saluti.

Per il Presidente Provinciale ed il Consiglio,

Luigi Vidali

 

Premiazioni Comitato Provinciale di Milano

Carissime società della Provincia di Milano,  sono a ricordarvi che Sabato 21 novembre presso
l’Auditorium San Luigi dell’Oratorio di Canegrate con inizio alle ore 16,00
si terranno le Premiazioni Provinciali dove saranno premiate gli atleti elencati nel resoconto annuale che potrete scaricare cliccando qui

In attesa di incontrarci alla riunione del 14 novembre con le società e quindi alle premiazioni, Vi ringrazio salutandovi con un abbraccio.
Valter Cozzaglio
PS: sarebbe gradito che venissero indossate le maglie vinte
Premiazioni 2015 CP MI

Gran Fondo Milano numero 0

Domenica scorsa, 25 ottobre, si è tenuta la prova del percorso LUNGO di quella che sarà, a partire dal 2016, la GranFondo Milano.

Nonostante la partenza all’alba, la severità del percorso e le previsioni meteo non ideali, quindici soci del Genova e quasi altrettanti provenienti da altri club, in particolar modo da Cyclopride ASD, hanno accettato la sfida del “LUNGO” della GF Milano, ovvero da Milano a Passo Penice e ritorno, con 225 km di strada e oltre 2.200 m di dislivello.

Il senso della scoperta e della conquista si è avuto diverse volte, com’è giusto che sia per ogni piccola impresa ciclistica!

A Pavia, quando, dopo 35 km, siamo finalmente riemersi dalla nebbia che ci aveva avvolti fin dalle porte di Milano. Al Ponte sul Po, dopo essere usciti indenni o quasi (… 1 sola foratura) dai 2,5 km di sterrato lungo gli argini del fiume d’Italia. A Borgo Priolo, dove ci siamo fermati a prendere un caffè, consci di avere lasciato la lunga pianura e di aver davanti i bei colli d’Oltrepo e ancora tutto il dislivello. A Fortunago, dopo una salita pedalabile che impenna negli ultimi 1.200 m con uno strappo che sale dritto e ripido al 18% (e anche più …) al bel paese in pietra che con ogni probabilità ospiterà il primo dei tre ristori.

A questo punto, conquistata la quota delle colline, abbiamo attraversato il percorso d’Oltrepo, acceso dai colori dell’autunno, sotto un cielo cangiante e luminoso, fino al Passo Penice dove ci attendeva un ristoro DOC, allestito dal Comitato Organizzatore: il breve riposo e soprattutto il ristoro sono stati apprezzati da tutti anche se cibo e bevande possono considerarsi solo un piccolo assaggio di quello che potrà essere il 2° ristoro del LUNGO (il più importante) con prodotti locali selezionati insieme a SlowFood con il quale il Comitato Organizzatore ha stretto una collaborazione per la GF Milano.

Preso un po’ di fiato e prima che la gamba diventasse fredda ci siamo buttati giù in direzione di Bobbio e della Val Trebbia, ma poi, forse memori della distanza da Milano, abbiamo preferito riconquistar quota e rientrare in Lombardia e, attraverso la filante discesa della Val Tidone (con ottimo asfalto!) ci siamo portati all’attacco dell’ultima salita, detta del “Piccolo Stelvio” per via dei tornanti che riportano in quota fino a Pometo. Da lì, con percorso misto, siamo giunti a Broni e quindi, attraverso vie parallele e agresti che tagliano fuori la trafficata statale, siamo giunti al Ponte della Becca (o “pont de ferr”) e dopo pochi chilometri a Pavia.Qualcuno lamentava la gamba stanca, altri un certo dolore al soprasella, altri la volontà di voler rientrare prima del tramonto che, tornata l’ora solare, sarebbe inesorabilmente giunto verso le 17:30. Così abbiamo preso la via diretta della ciclabile lungo il naviglio pavese, evitando il percorso futuro, per altro già provato in occasione della prova del MEDIO, e, ad andatura allegra (33-35 kmh), i nostri “locomotori” ci hanno riportato a casa poco prima del tramonto: obiettivo di rientro centrato, anzi anticipato di circa mezz’ora rispetto alla cronotabella distribuita al mattino che alcuni avevano osservato con una certa preoccupazione!?!

Insomma, nella nostra collaborazione con Ercole Giammarco, organizzatore dei Cyclopride Day e proprietario del marchio Granfondo Milano che ci sta coinvolgendo nel progetto, si era ipotizzata un’edizione ZERO a tiratura limitata come si fa con il lancio di nuove riviste nel mondo della carta stampata. Questo, nel nostro caso, si sarebbe dovuto tradurre in un’uscita guidata con 20-30 ciclisti appassionati che condividessero percorso e impressioni sul potenziale percorso LUNGO della prima edizione che si terrà a settembre del 2016 e così è stato!

I commenti generali sono stati molto positivi, sia per la bellezza e la varietà del percorso, sia per le strade scelte, che, a parte un breve tratto pericoloso di discesa verso Collegio e lo sterrato lungo gli argini del Po, possono essere percorse con una certa baldanza essendo l’asfalto in buono se non ottimo stato. Anche lo spirito di squadra solito del Genova è venuto fuori nel modo in cui sono state velocemente superate ben 6 forature lungo il percorso o si sono aspettati alcuni sull’orlo di una crisi di fame o di crampi e ne è stata prova finale il fatto che nessuno si sia perso o sia stato abbandonato in mezzo alle colline; tutto questo è stato notato e apprezzato da diversi, in particolare da alcuni esterni del Genova.

In conclusione, l’allegria e poi l’entusiasmo rilevato fra i partecipanti durante il percorso ci confermano l’interesse e la curiosità per la GranFondo Milano nei suoi tratti primari e dai primi commenti ci sembra di capire che lo spirito agreste e non competitivo che l’organizzazione intende dare alla manifestazione sia stato compreso e apprezzato dai più. Ricordiamo che la GranFondo Milano avrà soltanto alcuni percorsi cronometrati con cronometro a coppie mentre per i resto si svolgerà con tratti di “trasferimento” all’andatura che ad ognuno meglio aggraderà e in condizioni di strada aperta, come avviene per le randonnée; inoltre sono previsti alcuni brevi tratti di strada bianca (in pianura) -> vd descrizione percorso.

Per chiudere, mi preme ringraziare il fotografo Giovanni (Giovanni Pirajno – Granciclismo) per aver scattato delle bellissime foto e che, anche se non ha pedalato con noi, deve sicuramente amare il ciclismo e quello che il ciclismo esprime se ha accettato di alzarsi alle 5 del mattino della domenica per fare un servizio fotografico a “20-30 ciclisti in mezzo alle colline”!? Un ringraziamento infine a tutti i partecipanti, augurandoci che la giornata spesa insieme sia piaciuta a loro quanto lo è stato per noi e invitandoli a farci avere i loro commenti, positivi e negativi che siano, sul percorso e sulle caratteristiche peculiari della manifestazione.

Stefano Peruch

Presentata la maglia del Campionato Lombardo Assoluto

Presentata la nuova maglia di “Campione Lombardo Assoluto” che verrà assegnata il giorno 31 Ottobre 2015 a Casatisma (PV).

Il Campionato Lombardo Assoluto, è frutto di un accordo fra gli Enti di Promozione Sportiva e la Federciclismo Lombarda, riuniti nell’Assise del Ciclismo Lombardo, che vuole premiare gli atleti che nel corso delle sei prove in programma (grosso modo una prova per Ente/Fci) hanno realizzato il miglior punteggio, ed insignirli del titolo di “Campione Regionale Lombardo Assoluto”.

L’ultima prova sotto egida ASI si svolgerà sabato 31 Ottobre a Casatisma in provincia di Pavia, dove verranno consegnate le maglie ai vincitori, da parte dei rappresentanti delle sei organizzazione aderenti: Fci, Acsi, Asc, Csi, Csain e Asi, organizzatrice dell’ultima tappa.

Maglia Campione Lombardo Assoluto 2015